Sony ritira The Interview

The Interview, Sony costretta dagli hacker a ritirarlo

La commedia, che racconta di due giornalisti reclutati dalla Cia per assassinare il dittatore nordcoreano Kim Jong Un, avrebbe causato le ire di Pyongyang che avrebbe scatenato un attacco informatico alla compagnia nipponica
The Interview, Sony costretta dagli hacker a ritirarlo FASTWEB S.p.A.

C'è la Corea del Nord dietro le minacce hacker che hanno obbligato Sony ad annullare, almeno per il momento, l'uscita del film The Interview con James Franco (nella foto a sinistra), prevista per Natale. Lo ha fatto sapere una fonte anonima del governo Usa. La commedia racconta di due giornalisti reclutati dalla Cia per assassinare il dittatore nordcoreano Kim Jong Un.

Dopo un attacco ai computer della compagnia nipponica lo scorso mese, gli hacker avevano minacciato i cinema dove era in programma la pellicola. "Sony non ha per il momento alcun piano futuro per quel che riguarda la sua distribuzione", ha affermato una portavoce. Il film, costato 44 milioni di dollari, potrebbe essere proiettato dopo Natale nei cinema o trasmesso attraverso i canali on demand. 

Pyongyang ha negato di aver a che fare con l'attacco e con le minacce ma Washington ha dichiarato “la reazione da mettere in campo". 

Le intimidazioni rese note a Sony dall'Fbi arrivano dal gruppo hacker "Guardiani di Pace", che già a novembre si era introdotto nei computer degli impiegati di Sony diffondendo  dati riservati di alcuni attori americani, tra cui email private e informazioni finanziarie. "Ricordate l'11 settembre 2001" ha tuonato il gruppo. "Il mondo sarà carico di paura. Vi consigliamo di stare alla larga dai posti (che mandano in scena il film). Se le vostre case si trovano nei dintorni, abbandonatele". "Qualsiasi cosa capiti nei prossimi giorni sara' solo colpa della Sony Pictures Entertainment". E ancora: "presto il mondo si renderà conto di che cosa malvagia abbia prodotto la Sony".

Intanto Hollywood dice no alla cancellazione del film: ''E' scandaloso che non venga proiettato The Interview. Cancelleranno ogni film che riceve minacce anonime'' afferma Judd Apatow, amico dell'attore protagonista Seth Rogen.

''Cediamo tutti. Gli hacker vincono. Una vittoria totale per loro'' mette in evidenza Rob Lowe. ''E' un giorno triste per l'espressione creativa'' - twitta Steve Carrell - ''cancellare The Interview è un brutto precedente'' scrive su Twitter, Zach Braff. '' Gli Stati Uniti hanno ceduto a un attacco senza precedenti al principio fondamentale della libertà di parola da parte di un gruppo di terroristi nord coreani che hanno minacciato chi vuole andare al cinema per fermare l'uscita del film'' mette in evidenza il produttore Aaron Sorkin. 

18 dicembre 2014

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail