Fastweb

Spotify, trucchi e funzioni segrete per trovare musica

Gamer Web & Digital #videogames #windows 10 Xbox Game Bar in Windows 10: come funziona e come attivarla Rinnovata con il May Update 2019, la barra per i videogame permette di avere a disposizione strumenti e comandi veloci per migliorare l'esperienza videoludica
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Spotify, trucchi e funzioni segrete per trovare musica FASTWEB S.p.A.
Spotify su smartphone
Web & Digital
Il servizio di streaming musicale svedese nasconde diversi segreti all'interno del suo client. Ecco come usarli per ascoltare la migliore musica

Potrebbe sembrare una banalità ai più, ma la musica di oggi è completamente differente da quella di qualche anno fa. E non per una questione di stile o genere musicale, ma per le modalità con cui la si consuma: dalle musicassette e CD degli Anni '80 e degli Anni '90, si è passati alla "dematerializzazione" dei servizi di streaming musicale. Grazie ai vari Spotify, Deezer, Google Play Music ed Apple Music gli internauti possono oggi accedere a librerie musicali con decine di milioni di tracce e ascoltare il proprio album o il proprio autore preferito ogni volta che si vuole.

Tra i vari servizi, Spotify è a suo modo il "capostipite". Nato nel 2006 in Svezia, questo servizio di streaming musicale on demand offre ai suoi utenti la possibilità di ascoltare musica ovunque ci si trovi e con qualunque dispositivo dotato di connessione Internet, dal PC allo smartphone, passando per smart TV, console videogame e set-top box.

 

Spotify

 

Non tutti, però, sanno come usare Spotify alla perfezione. Lo streaming svedese offre funzioni e strumenti di ogni tipo, nella gran parte sconosciuti ai più. Grazie ad alcuni trucchi Spotify è possiible sfruttare a pieno tutte le funzionalità che il servizio di streaming musicale nasconde tra le pieghe del suo media player. Ecco i migliori trucchi Spotify per sentire la tua musica preferita in maniera innovativa.

Niente interruzioni

Quando si usa Spotify con lo smartphone può capitare che la ricezione di una notifica (un SMS, un messaggio Telegram o WhatsApp, un aggiornamento da Facebook o Twitter) interrompano la normale riproduzione delle canzoni. Dei semplici trucchi per Spotify evitano di essere disturbati mentre si ascolta musica con il proprio dispositivo mobile iOS o Android.

Per "zittire" le notifiche sul melafonino è sufficiente impostare la modalità silenziosa utilizzando l'apposito interruttore posto sul lato del dispositivo. Se si possiede un dispositivo Android, invece, dovrebbe bastare impostare la vibrazione; in questo caso, però, il condizionale è d'obbligo dal momento che su alcune versioni del sistema operativo del robottino questo trucco potrebbe anche non funzionare.

Scoprire nuove canzoni con Spotify

Grazie alle playlist, ogni utente Spotify può raccogliere e catalogare le proprie canzoni preferite a seconda del genere, dell'anno d'uscita o dell'artista. Inoltre, ci si può affidare al "buon gusto" musicale degli algoritmi di Spotify per scoprire quelle che sono le ultime novità della settimana oppure per ascoltare una selezione "tematica" di tracce (le migliori canzoni per svegliarsi o quelle a maggiore carica adrenalinica per allenarsi, ad esempio).

Creare radio su Spotify

Accedendo alla sezione Radio e cliccando sul pulsante Crea una nuova stazione, potremo cercare e scegliere una delle nostre playlist come base di partenza della nuova stazione radio e sfruttare così gli algoritmi di Spotify per trovare canzoni che non conoscevamo ma affini ai nostri gusti musicali.

Condividere musica con gli amici

Spotify, come tutti gli altri servizi di streaming musicale, permettono di condividere canzoni e tracce tra utenti. In questo modo, ad esempio, è possibile far scoprire ai propri amici qual è il nostro cantante preferito o la nostra ultima scoperta musicale. Nel caso in cui i nostri amici non utilizzino Spotify, però, la condivisione diviene più complessa, se non impossibile. O così era fino a qualche tempo fa: grazie a siti come songl.ink, è possibile cercare una traccia in particolare e scoprire i link ai vari servizi di streaming (da Spotify a Deezer, passando per itunes, Google play Music e anche YouTube). In questo modo si potrà scoprire il link diretto alla canzone e passarla al proprio amico.

 

Spotify computer

Pubblicare le canzoni nelle Storie Instagram

Che la musica sia un elemento fondamentale per il successo delle Storie Instagram è un fatto risaputo. Non a caso la rete social di proprietà di Mark Zuckerberg ha aggiunto, nel corso del 2018, un nuovo sticker che consente di aggiungere una traccia musicale alle proprie Storie in maniera nativa e completamente legale. Questo, però, non è l'unico modo esistente per condividere le proprie canzoni preferite sulle Storie. Anche Spotify, infatti, consente di fare qualcosa di analogo: quando si ascolta una canzone che si vorrebbe condividere con i propri follower, sarà sufficiente pigiare su Condividi e, nella lista delle varie opzioni, scegliere Instagram Stories e pubblicarla poi sul proprio profilo.

Spotify

Creare una playlist con Shazam

Può capitare di trovarsi in un bar o in un locale e ascoltare una canzone che ci piace ma di cui non si conosce il titolo. Grazie a Shazam, scoprire tutti i dettagli della traccia, ormai, non è più un problema: basta un ascolto di qualche secondo per trovare il titolo, l'album in cui è contenuta e l'autore. Grazie a dei trucchi, però, è possibile importare le canzoni shazammate direttamente in Spotify. Quello che dovrai fare sarà aprire Shazam, fare uno swype da sinistra verso destra (oppure pigiare sull'icona MyShazam nell'angolo in alto a sinistra), poi toccare l'icona a forma di ingranaggio per accedere alle impostazioni e, in corrispondenza della riga Spotify, pigiare sul pulsante Connetti. A questo punto inserisci le tue credenziali e attendi che la sincronizzazione sia completata. Da questo momento in avanti tutte le canzoni trovate con Shazam saranno importate direttamente in una playlist ad hoc chiamata I miei brani di Shazam.

Scoprire segreti di Spotify

Forgotify

Con una libreria composta da più di 50 milioni di tracce, è molto probabile che ci siano migliaia di canzoni che nessuno ha mai ascoltato. Se si vogliono scoprire i segreti (musicali) più reconditi di Spotify ci si può affidare a Forgotify, un servizio web che scandaglia il database musicale alla ricerca di tracce mai ascoltate. Si preme su Start listening per avviare il player musicale online che andrà a pescare tra gli inascoltati di Spotify per una playlist davvero particolare.

Ascoltare la preview di un brano

Le playlist sono sicuramente una delle funzionalità più amate dagli utenti che utilizzano quotidianamente Spotify. Permettono di scoprire nuovi brani e cantanti da ascoltare durante i viaggi in treno o in autobus per raggiungere il luogo di lavoro o l'Università. Però non è detto che tutti i brani presenti nella playlist siano di nostro gradimento e ascoltarli ci farebbe solamente perdere del tempo. Fortunatamente Spotify permette di ascoltare solamente una preview delle canzoni che non conosciamo in modo da capire se il brano rispecchia i nostri gusti. Un semplice trucco per utilizzare Spotify al meglio.

Integrazione con Google Maps e Waze

Sincronizzazione Spotify con Maps e Waze

Chi ascolta musica in auto e, contemporaneamente, utilizza un navigatore satellitare sa quanto è fastidioso il sovrapporsi delle voci dei cantanti e quella del navigatore che ci dà indicazioni sulla strada da tenere. Per evitare che ciò accada e, magari, ci faccia anche sbagliare strada, Google Maps e Waze permettono di sincronizzare il proprio account Spotify con la navigazione, in modo che la musica venga interrotta nel momento in cui la voce del navigatore deve darci qualche indicazione. Per attivare la sincronizzazione con Google Maps dovrai accedere all'app di cartografia digitale, entrare nelle Impostazioni, scegliere Impostazioni navigatore e attivare l'opzione Mostra i controlli per i contenuti multimediali. Per sincronizzare Waze, invece, dovrai lanciare Spotify, entrare nelle Impostazioni e, nella sezione Social, attivare Navigazione in Waze.

Scoprire il nome di una canzone ascoltata sulla radio di Spotify

Se stiamo utilizzando la radio presente sull'applicazione e abbiamo appena ascoltato un brano che ci piace ma di cui non sappiamo il nome, basta aprire il programma, premere sull'icona con tre strisce verticali presente in basso a destra vicino al volume e poi selezionare "Cronologia". Appariranno tutti i brani ascoltati negli ultimi minuti.

Modalità corsa

In poco lo sapranno, ma Spotify mette a disposizione anche una modalità dedicata agli amanti della corsa. Si tratta di alcune playlist particolari che mixano i brani che ascoltiamo maggiormente con alcuni testi adatti all'attività fisica. Se vogliamo dare il meglio di noi stessi durante l'allenamento, la playlist "Running" è quella che dobbiamo scegliere.

Sessione privata

 

spotify sessione privata

 

Uno dei segreti del successo di Spotify è la possibilità di condividere con i propri amici quello che si sta ascoltando. Ma non sempre far sapere agli altri i propri artisti preferiti è un bene: tutti nascondiamo dei piccoli scheletri nell'armadio. Se mostriamo la nostra anima rocker quando usciamo, ma segretamente ascoltiamo i "Ricchi e Poveri", non faremo certo una bella figura se gli amici lo venissero a sapere. Spotify permette di rendere private le proprie sessioni di ascolto, in modo che nessuno sappia cosa stiamo ascoltando. Per attivare la modalità "Sessione privata", bisognerà entrare all'interno dell'applicazione, entrare nelle Impostazioni del proprio account e scrollare verso il basso fino al momento in cui non si incontra la dicitura "Sessione privata". A questo punto basterà attivarla per rendere l'ascolto di Spotify privato.

Nuovo focus sui podcast

Dopo un lungo periodo di appannamento, i podcast stanno tornando più forti che mai. Utilizzati da molti come fonte primaria di informazione da ascoltare quando si ha tempo (mentre ci si sposta a bordo dei mezzi pubblici per arrivare a lavoro, ad esempio), i podcast sono uno dei contenuti multimediali più scaricati degli ultimi mesi. Non deve sorprendere, dunque, se anche Spotify sta concentrando le proprie attenzioni su questo formato a metà strada tra una trasmissione radio e un blog vocale.

 

18 dicembre 2018

copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #guida #spotify #streaming

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.