Fastweb

Come utilizzare l'iPhone come chiave di sicurezza per Google

Vivaldi browser Web & Digital #vivaldi #privacy Come utilizzare i tool di Vivaldi per proteggere la vostra privacy online Vivaldi è un browser poco conosciuto ma altamente personalizzabile e con ottime protezioni per la privacy
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Come utilizzare l'iPhone come chiave di sicurezza per Google FASTWEB S.p.A.
Google SmartLock
Web & Digital
Google ora consente di utilizzare l'iPhone come chiave di sicurezza

L'abilitazione dell'autenticazione in due fattori è uno dei passaggi più importanti che è possibile adottare per proteggere i propri account. E il modo migliore per farlo è saltare l'SMS e passare direttamente ad una chiave di sicurezza fisica. L'unico problema è ricordarsi di avere sempre la chiave a portata di mano, cosa ogni giorno sempre più facile per gli account Google: il vostro iPhone, infatti, ora può fungere da chiave fisica.

Google aveva rilasciato tempo fa un'app Smart Lock per iPhone  che supportava l'autenticazione a due fattori. Ma fino ad oggi questa ha funzionato accoppiando la chiave di sicurezza fisica tramite Bluetooth. Soluzione ottimale, per lavorare sul telefono, ma non di grande aiuto quando si passava a computer o laptop.

All'inizio di quest'anno, Google ha rilasciato un aggiornamento per Android che ha trasformato i telefoni in vere chiavi di sicurezza. E ora anche l'iPhone è pronto per questo tipo di trattamento.

Con l'ultima versione dell'app Smart Lock, è possibile associare il telefono al laptop tramite Bluetooth, quindi impostare il telefono come chiave. Quando si proverà ad accedere all'account Google nel browser Chrome, l'iPhone mostrerà una notifica push. Tutto quello che dovrete fare è sbloccare il telefono, toccare per conferma e il vostro account si aprirà.

Google memorizza le vostre informazioni nel "caveau" dell'iPhone per una maggiore sicurezza, ma tenete sempre presente che l'app non richiederà alcuna altra forma di verifica. Se lascerete il vostro iPhone sbloccato, chiunque potrà completare il processo di verifica. E attualmente, questo funziona solo con il browser Chrome.

Tuttavia, se avete mai lasciato casa senza uno Yubikey, questo è probabilmente un cambiamento positivo. Dopotutto, è facile dimenticare un piccolo token, quando si esce dalla porta, ma quasi nessuno dimentica più il proprio telefono. Vale anche la pena notare che non dovrete nemmeno scegliere l'uno o l'altro: potrete utilizzare sia Yubikey che il vostro iPhone sullo stesso account. Quando verrà il momento, uno dei due funzionerà come chiave di sicurezza.

16 gennaio 2020

 

Fonte: reviewgeek.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #google #sicurezza #privacy

© Fastweb SpA 2020 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.