Google dona 25 mila Chromebook a organizzazioni non profit tedesche

Rifugiati, Google dona 25 mila Chromebook a organizzazioni non profit tedesche

Mountain View ha annunciato lo stanziamento di 5,3 milioni di dollari per aiutare i migranti a integrarsi in un nuovo Paese e mantenere i contatti con amici e parenti lontani
Rifugiati, Google dona 25 mila Chromebook a organizzazioni non profit tedesche FASTWEB S.p.A.

Un aiuto a lungo termine. È questo il progetto di Google che si propone di aiutare i rifugiati a integrarsi in un nuovo Paese e ad accedere all'istruzione e informazione. Ecco allora che Mountain View ha annunciato lo stanziamento di 5,3 milioni di dollari per organizzazioni non profit tedesche.

L'investimento si tradurrà nella donazione di 25 mila Chromebook. Google ha intenzione quindi di supportare il Reconnect Project di Nethope, organizzazione che fa da rete a diverse associazioni senza scopo di lucro. I primi Chromebook dovrebbero essere distribuiti dal primo marzo 2016.

I Chromebook sono computer portatili con sistema operativo Chrome Os di Google basato sul web e con un'interfaccia semplificata che ne facilita l'accesso anche a chi si avvicina per la prima volta ai pc. Le ong che ne faranno richiesta potranno preconfigurarne le impostazioni e fornire informazioni, assistenza e opportunità educative. I Pc, potranno servire anche per creare spazi di condivisione online o per permettere ai rifugiati di connettersi con amici e familiari rimasti nel loro Paese d'origine.

27 gennaio 2016

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail