Quibi

Quibi lancia il suo servizio di streaming mobile

Un nuovo servizio di streaming video per cellulari, in orizzontale o verticale
Quibi lancia il suo servizio di streaming mobile FASTWEB S.p.A.

Quibi, l'attesissima app per dispositivi mobili che promette di offrire intrattenimento video rapido e diretto, è finalmente arrivata.

La società è stata sotto i riflettori per oltre due anni, grazie al coinvolgimento del fondatore Jeffrey Katzenberg (che in precedenza ha co-fondato DreamWorks Animation) e del CEO Meg Whitman (precedentemente CEO di eBay e Hewlett Packard Enterprise). Inoltre, ha raccolto l'enorme somma di 1,75 miliardi di dollari per finanziare una lista di contenuti realizzati da registi come Steven Spielberg, Guillermo del Toro, Lena Waithe e Catherine Hardwicke.

Quibi viene lanciata oggi con quasi 50 contenutii. La lineup iniziale include "Chrissy's Court" (in cui Chrissy Teigen presiede un tribunale per le controversie di modesta entità), "Shape of Pasta" (uno spettacolo su cibo e viaggi con lo chef Evan Funke), "Most Dangerous Game" (un thriller distopico con Liam Hemsworth) e "Survive" (una mini serie su un incidente aereo interpretato da Sophie Turner). Tutti gli episodi sono lunghi meno di 10 minuti e possono essere visualizzati in modalità verticale o orizzontale.

Quibi afferma che produrrà più di 25 nuovi show ogni giorno, compresi segmenti di ciò che la compagnia chiama Daily Essentials: notiziari e spettacoli di intrattenimento come "Last Night's Late Night" di Entertainment Weekly e "The Replay" di ESPN. Il servizio avrà un costo di 4,99 dollari con pubblicità o 7,99 dollari al mese senza pubblicità. Quibi offre anche una prova gratuita di 90 giorni se deciderete di iscrivervi entro la fine di aprile.

In un briefing con i giornalisti della scorsa settimana, il CTO Rob Post ha riconosciuto che è stata una strada lunga e costosa. Ma ha affermato che, dato il pesante investimento nei contenuti, "Io e Tom Conrad (capo del Product Office) non avremmo mai potuto offire un prodotto standard". Invece, hanno dovuto costruire qualcosa che fosse completamente nuovo.

Mentre Quibi si stava sviluppando da mesi, con una grande presentazione al Consumer Electronics Show, e con pubblicità durante il Super Bowl e altro, il mondo è cambiato, con una pandemia globale che rende questo un momento abbastanza strano per lanciare qualsiasi prodotto. Le persone sono certamente alla ricerca di distrazione e fuga, in questo momento. Ma l'app è progettata per la visualizzazione in mobilità, che si tratti di camminare, aspettare in fila o viaggiare in treno - tutti i momenti che si verificano decisamente meno spesso, in questo periodo storico.

Tuttavia, Rob Post ha voluto sottolineare quanto sia necessario il tipo di intrattenimento offerto da Quibi. "Stiamo cercando di evitare di alzarci, andare in giro, uscire", ha detto. "La nostra offerta si inserisce anche in questi momenti intermedi." E, naturalmente, queste restrizioni hanno anche creato sfide per il lancio e la produzione di contenuti di Quibi. "Questo significa ogni genere di cose", ha detto Conrad. "I nostri Daily Essentials, che erano tutti programmati per essere prodotti negli studi di New York e Los Angeles ogni giorno, nella maggior parte dei casi vengono girati nelle case delle persone. Tutti, dal team di produzione alle case di postproduzione, alle agenzie di ingegneria e marketing stanno cercando di adattarsi a questo momento."

Quibi ha già mostrato la sua tecnologia Turnstyle, che consente una transizione senza soluzione di continuità tra le modalità verticale e orizzontale. (Apparentemente i cineasti di Quibi devono fornire due modifiche per ogni episodio, ciascuna ottimizzata per entrambi gli orientamenti). La scorsa settimana, la società ha dato ai giornalisti l'accesso all'app completa. A giudicare da poche ore di esplorazione, Quibi è davvero semplice come promesso da Post e Conrad. È semplice scorrere e sfogliare le offerte della giornata. Turnstyle funziona senza intoppi, con una transizione rapidissima per ogni volta che si ruota il telefono.

Entrambe le modalità di visualizzazione sembrano essere interessanti. La modalità verticale è la più comoda, ma quella orizzontale sembra molto più cinematografica e spesso include immagini che nella versione più stretta vengono per forza di cose ritagliate. Inoltre, l'esperienza risulta un po' goffa ogni volta che si prova a guardare qualcosa con qualcun altro. Cosa che non succederebbe, se esistesse una versione per browser, ad esempio, ma Quibi punta a concentrarsi sull'esperienza di visualizzazione su mobile. Conrad ha detto: "se ci sarà richiesta per una versione browser o per tablet, certamente seguiremo l'interesse, ma preferiamo prima aspettare di vedere quello che i dati rivelano."

Al CES, Whitman ha posizionato Quibi come la prima piattaforma in grado di sfruttare appieno le nuove opportunità creative che i telefoni cellulari offrono ai registi. Ha anche sottolineato che, contrariamente alle piattaforme video gratuite come YouTube, Quibi offrirà "contenuti di qualità hollywoodiana". "YouTube è senza dubbio la piattaforma più presente, popolare e incredibilmente creativa nel panorama", ha affermato Whitman. "Ma fanno contenuti da centinaia di dollari al minuto. Noi li facciamo per $ 100.000 al minuto."

Il valore della produzione è certamente evidente: la maggior parte degli spettacoli sembrano significativamente più costosi di quelli che è possibile trovare su YouTube. Ciò che manca finora, tuttavia, è il vero senso della svolta creativa a cui Whitman accenna. Quibi offre spettacoli ben prodotti e moderatamente divertenti che possono essere guardati quando si hanno pochi minuti da perdere. Sono soddisfacenti, ma raramente più di così.

Forse sarà questa, la linea ideale per la maggior parte degli spettatori, in particolare durante il periodo di prova. La sfida sarà convincere quegli spettatori a restare e pagare una quota di iscrizione. Per fare ciò, abbiamo il sospetto che Quibi avrà bisogno di uno spettacolo, o qualcosa che sfrutti davvero il telefono in un modo nuovo. Vedremo se arriverà nei prossimi mesi.

7 aprile 2020

Fonte: techcrunch.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail