Podz, un nuovo modo per scoprire e ascoltare i podcast

Podz, un nuovo modo per scoprire e ascoltare i podcast

Una startup dedicata ai podcast, per aumentare il bacino di utenza e migliorare l’esperienza di ascolto
Podz, un nuovo modo per scoprire e ascoltare i podcast FASTWEB S.p.A.

Podz è una startup che cerca di risolvere il problema della scoperta dei podcast, con il sostegno di investitori come M13, Katie Couric e Paris Hilton.

"Sebbene i podcast abbiano acquisito molto slancio - ci sono 100 milioni di persone negli Stati Uniti che ascoltano i podcast - questi non sono ancora un’abitudine, in cui l'audio diventa parte della vita quotidiana", ha affermato il CEO Doug Imbruce. "Pensiamo che sia perché l'esperienza di scoprire e "consumare" podcast è antica. Sembra letteralmente di navigare sul web nel 1997".

Il problema che la startup mira a risolvere è piuttosto semplice. Poiché i podcast spesso consistono in 30 o 60 minuti di audio parlato, sono difficili da sfogliare e, quando se ne scoprono di nuovi, di solito è solo attraverso un passaparola. Strumenti come Headliner rendono più facile per i creatori di podcast promuovere i propri contenuti con brevi clip sui social media, ma Podz automatizza questo processo di creazione e rende i clip il fulcro dell'esperienza di ascolto.

Nell'app mobile Podz, gli utenti sfogliano ciò che la startup chiama "il primo feed di notizie audio", costituito da clip podcast di 60 secondi. Queste clip sono progettate per evidenziare il momento migliore di ogni podcast, rendendo più facile campionare una gamma di titoli molto più ampia rispetto a quelli a cui si è iscritti. Una volta scelta la clip, se si intende approfondire, è possibile salvare l'intero episodio per ascoltarlo in un secondo momento.

Queste clip vengono create automaticamente e Imbruce ha affermato che "il cuore pulsante della piattaforma Podz" è un modello di apprendimento automatico che "identifica le parti più coinvolgenti dei podcast". Il modello è stato formato su oltre 100.000 ore di audio, in consultazione con giornalisti e redattori audio.

Il feed di notizie Podz è personalizzato in base agli interessi dell’utente (e, se lo si desidera, l’app può anche attingere ai podcast seguiti su Apple Podcast e agli account seguiti su Twitter). Imbruce ha affermato che il sistema è destinato a diventare più intelligente nel tempo, in quanto osserva continuamente il comportamento dell'ascoltatore.

Ha aggiunto che il team spera di introdurre presto strumenti più creativi e di monetizzazione per i podcaster: "Siamo davvero fiduciosi di poter aumentare la quantità di audio creato di 10 volte e aumentare la monetizzazione dell'audio di 100 volte".

Oltre a Imbruce, il team fondatore di Podz include il CTO Seye Ojumu, il capo del design Rasmus Zwickson e il capo di iOS Greg Page. La startup ha raccolto $ 2,5 milioni in finanziamenti pre-seed da M13, Canaan Partners, Charge Ventures e Humbition, così come importanti investitori singoli come Couric, Paris Hilton (che sta lanciando il suo podcast) e Mara Schiavocampo (The Trend Reporter).

"Stiamo vivendo in un'epoca d'oro della fruizione audio, ma solo l'1% dei podcast raggiunge un pubblico di oltre 5.000 persone", ha riferito via e-mail Latif Peracha, socio accomandatario di M13. "Podz prevede di aumentare il pubblico per gli audio esistenti, ma il vero obiettivo sarà quello di far crescere nuovi audio sfruttando gli strumenti dei creatori. Un ascoltatore medio di podcast si iscrive a sette podcast ma ne segue quasi 30 su Podz. I primi segnali ci rendono ottimisti sul fatto che il team possa costruire un prodotto unico nella categoria".

Fonte: techcrunch.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail