Il "Silenzia Sito" del browser Chrome per navigare più tranquilli

Google aggiorna il suo browser con alcune funzioni utili, come il "Disattiva l'audio del sito" per tenere in muto le pagine web con i video che partono in automatico
Il "Silenzia Sito" del browser Chrome per navigare più tranquilli FASTWEB S.p.A.

A gennaio Google, il più popolare gigante della ricerca web, ha iniziato a rilasciare un aggiornamento del suo browser Chrome che prevede diverse di nuove funzioni, inclusa la possibilità di "silenziare" in maniera permanente i siti che fanno partire in automatico fastidiosi video ogni volta che li visiti.

Gli aggiornamenti di Google Chrome di solito consistono nella correzione di bug e altre modifiche relative alla sicurezza, necessarie per la navigazione giornaliera degli utenti. Ma ogni tanto Chrome tira fuori piccole perle e questa funzione è una di quelle.

Gli utenti di Google Chrome possono ora, cliccando con il pulsante destro del mouse su una scheda, selezionare l'opzione "Disattiva l'audio del sito" per far sì che il sito non possa più riprodurre suoni. Oppure possono cliccare sul lucchetto alla sinistra della barra degli indirizzi, scorrere verso il basso fino a "Suono" e selezionare "Blocca". I siti rimangono silenziati anche quando visitati in una scheda in incognito, il che significa che solo svuotando la cache si potrebbe annullare l'operazione e restituire l'audio al sito.

Se si desidera sentire nuovamente l'audio di un video su un sito silenziato, basterà restituirgli la possibilità di "parola" nella stessa maniera in cui gliela si è tolta (come descritto sopra). Quindi ora non si dovrà più temere che, visitando alcuni siti, venga improvvisamente interrotta la musica in ascolto o che venga intaccata, in generale, l'esperienza di navigazione. Prima di questo aggiornamento, infatti, vi erano utenti che evitavano alcuni portali web solo per questa ragione.

Prima che Google fornisse questa opzione di disattivare l'audio ad un intero sito web, c'era l'opzione di silenziare la scheda, ma era una soluzione temporanea: se si chiudeva la scheda o il browser, tornavano i valori predefiniti delle impostazioni e ci si doveva ricordare di silenziare la singola scheda ogni volta. A volte l'opzione migliore risultava alla fine essere quella togliere l'audio a tutto il computer o il telefono, con il rischio però di non poter riprodurre ad esempio la propria playlist di Spotify.

Se si è utilizzato Google Chrome nell'ultimo mese o giù di lì, questa funzione dovrebbe già essere presente nel proprio browser poiché l'aggiornamento è stato automatico. Si può capire se l'aggiornamento di Google Chrome è in sospeso guardando se i tre puntini in alto a destra dello finestra sono di colore diverso dal grigio: possono essere verdi, rossi o arancioni a seconda di quanto tempo è passato dall'ultimo aggiornamento rilasciato.

L'utilizzo della funzione è altamente consigliato al fine di rendere meno frustrante l'esperienza di navigazione sui siti web.

12 marzo 2018

Fonte: businessinsider.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail