Mosaic, 25 anni fa nasceva il web moderno

Mosaic e la nascita del web moderno

25 anni fa veniva rilasciato il primo web browser
Mosaic e la nascita del web moderno FASTWEB S.p.A.

All'inizio, il web, o WEB per com'era conosciuto all'epoca, era un grosso mistero. Così come gopher e archie, era un'interfaccia basica che solo i pochi utilizzatori di Internet conoscevano. Poi, tutto cambiò. Per prima cosa, il Commercial Internet Exchanghe (CIX) rese possibile per tutti navigare sulla rete, poi due laureati, Marc Andreessen e Eric Bina, al National Center for Supercomputing Applications (NCSA) presso l'Università dell'Illinois di Urbana-Champaign, crearono il primo web browser popolare: Mosaic.

Il primo beta di Mosaic venne rilasciato per i sistemi operativi Unix, che impiegavano X Window: era il 23 gennaio del 1993. In realtà non è stato proprio il primo web browser; alcuni indicano ViolaWWW, un browser Unix, altri ancora l'oscuro browser Erwise. Cello ottiene il primato per essere il primo web browser grafico su Windows.

Una cosa è certa, nessun0 di questi nessuno di questi divenne tanto famoso quanto Mosaic. Mosaic cambiò tutto, perché era veloce, permetteva di caricare pagine con immagini e raccolse velocemente molti estimatori. Prima, i browser permettevano di vedere le immagini in pagine separate. Mosaic inoltre fu il primo browser "facile da usare". In aggiunta, rese popolari icone, segnalibri e altre interfacce attrattive.

Questo non vuol dire che tutti potevano utilizzare di Mosaic, dal momento che la configurazione era piuttosto complessa. In quei tempi, accedere a Internet era piuttosto difficile. Per esempio, Windows non supportava nativamente il protocollo fondamentale di internet, TCP/IP, fino all'uscita di Windows 95. Se si voleva il protocollo TCP/IP su Windows 3.1x, bisognava installare il programma Trumpet Winsocket e trovare un Internet Service Provider (ISP).

Nonostante fosse così complesso, questo scoraggiò le persone. Come scrisse nel 1995 Bob Metcalfe, co-fondatore di Ethernet, dopo che Andreessen e Bina svilupparono Mosaic "milioni di persone si accorsero che  il web poteva essere meglio del sesso".

Nello specifico, le statistiche del NCSA affermarono che dopo il rilascio di Mosaic "più di 5000 copie venivano scaricate ogni mese; il centro riceveva centinaia di migliaia di richieste di email alla settimana e il traffico su Internet aumentava esponenzialmente". A metà del 1994, Joseph Hardin, direttore del NCSA,  disse che i download di Mosaic avevano raggiunto quota 50 mila al mese. Calcolando che a quel tempo Internet viaggiava con una velocità di 28.8 kilobits al secondo, questo numero era parecchio alto.

Andreessen e Bina presto realizzarono che Mosaic poteva diventare una vera e propria fucina, così presero il codice Mosaic e nell'ottobre del 1994 realizzarono il primo web browser commerciale di successo: il Netscape Navigator. Cinque anni più tardi, Netscape avrebbe rilasciato il codice sorgente Mosaic/Netscape come open source. Questo codice poi sarebbe diventato la base del browser di Firefox.

Microsoft, nonostante ciò che Bill Gates avrebbe affermato più tardi, non capì da subito l'importanza che Internet e i browser avrebbero avuto in futuro e ovviò al problema copiando il codice base di Spyglass Mosaic per produrre la prima versione di Internet Explorer (IE). IE 2.0 venne rilasciato come aggiunta su Windows 95 nel Microsoft Plus Package, nell'agosto del 1995. Per dovere di cronaca, non fu mai sviluppato un IE 1.0.

Mosaic ha trasformato il nostro mondo. Oggi, viviamo le nostre vite sempre collegati al web, e tutti siamo debitori di questo a Mosaic. Nonostante il programma perse quasi tutti i suoi utenti entro la fine del 1998, a causa dell'introduzione di Netscape, oggi viviamo nel mondo dove Mosaic fu il primo pionere.

24 gennaio 2018

Fonte: zdnet.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail