GitHub

Microsoft ha acquisito GitHub

Il colosso mondiale in campo di software ha annunciato l'acquisizione di GitHub
Microsoft ha acquisito GitHub FASTWEB S.p.A.

Microsoft ha riferito di aver acquisito GitHub e l'accordo potrebbe essere reso ufficiale già oggi.
Bloomberg riporta che il colosso dei software ha accettato di acquisire GitHub e che di rimando la società ha scelto Microsoft anche per via del CEO Satya Nadella.

GitHub è un grosso deposito di codici divenuto noto tra le aziende che fanno da hosting per i propri progetti, documentazioni e codici, infatti tra i fruitori troviamo nomi come Apple, Amazon e Google.
Microsoft è il principale contributor del sito e GitHub ospita addirittura il codice sorgente originale di Windows File Manager. L'ultima valutazione di GitHub risale al 2015 ed era di 2 miliardi di dollari; oggi Microsoft ha sborsato 7,5 miliardi di dollari in azioni.

Microsoft ha investito in maniera repentina nella tecnologia open source da quando Satya Nadella ha assunto il ruolo di CEO, infatti ricordiamo PowerShell, Visual Studio Code e il motore javascript Microsoft Edge.
Microsoft ha stretto anche una partnership con Canonical per portare Ubuntu a Windows 10 e ha acquisito Xamarin per l'assistenza nello sviluppo di app per i dispositivi mobili.

Microsoft sta utilizzando il sistema di controllo della versione Git open source per lo sviluppo di Windows e la società ha persino portato SQL Server a Linux. Il codice Visual Studio di Microsoft, che consente agli sviluppatori di creare e eseguire i debug di applicazioni web e cloud, ha acquisito popolarità tra gli sviluppatori.

L'acquisizione di GitHub da parte di Microsoft probabilmente segna un punto da cui probabilmente si inizierà a vedere un'integrazione ancora più stretta tra gli strumenti di sviluppo di Microsoft e il servizio.
In occasione di Build, Microsoft ha continuato la sua collaborazione con GitHub integrando il servizio nel App Center per gli sviluppatori.

Ci saranno sicuramente dubbi e incertezze riguardo questa acquisizione specialmente tra alcuni sostenitori dell'open source che diffidano del coinvolgimento di Microsoft, ma vista la conferma della notizia, questi incerti non avranno molto tempo a disposizione per cercare un'idea migliore rispetto ai piani di Microsoft e GtHub.

4 giugno 2018

Fonte: theverge.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail