Microsoft appoggia il Privacy Shield

Microsoft è il primo colosso della tecnologia ad appoggiare il Privacy Shield

Per John Frank, vicepresidente degli affari governativi Ue di Microsoft, l'accordo merita di essere approvato
Microsoft è il primo colosso della tecnologia ad appoggiare il Privacy Shield FASTWEB S.p.A.

Microsoft è il primo colosso tecnologico ad appoggiare il Privacy Shield, l'accordo raggiunto il 2 febbraio 2016 tra Unione Europea e Stati Uniti relativo alle norme per proteggere la privacy dei cittadini europei i cui dati sono trasferiti negli Usa.

"Sono lieto di annunciare che Microsoft si impegna a firmare il Privacy Shield. Metteremo in atto nuovi impegni per migliorare la privacy quando questo strumento sarà implementato", ha scritto sul blog dell'azienda John Frank, il vicepresidente degli affari governativi Ue di Microsoft. E ha aggiunto: "Crediamo che la privacy sia un diritto umano fondamentale. Abbiamo esaminato la documentazione del Privacy Shield in dettaglio, siamo convinti che rappresenti un quadro efficace e che debba essere approvato". 

13 aprile 2016

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail