Fastweb

Malware Mobile, suggerimenti e consigli per difendersi

iPhone soldi Internet #iphone #guida Come i ladri sbloccano un iPhone rubato Apple ha sviluppato diversi sistemi di sicurezza per proteggerti dai furti di melafonino. Alcuni trucchi, però, permettono di aggirarli
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Malware Mobile, suggerimenti e consigli per difendersi FASTWEB S.p.A.
Malware Mobile Awareness Campaign
Web & Digital
Mobile Malware Campaign, la Polizia di Stato scende in campo con un'iniziativa di sensibilizzazione sulla cyber-security

Parte oggi, 24 ottobre e proseguirà fino al 28 ottobre, una campagna di prevenzione sulla sicurezza dei dispositivi di accesso alla Rete. Il progetto, guidato in Italia dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni, rientra nell'ambito delle iniziative intraprese all'interno dell'European Cyber Security Month (ECSM). 

All'evento, patrocinato dall'Europol, hanno aderito 24 Stati, società di servizi finanziari e di sicurezza in Internet oltre ad altri partner. In Italia, la Polizia delle Comunicazioni ha esteso l'offerta di partenariato alle principali aziende operanti nel settore della telefonia e della sicurezza informatica, tra cui Fastweb. "Fastweb crede che Internet possa essere un fattore di sviluppo per famiglie e imprese e lavora per diffondere non solo l'infrastruttura di rete, ma anche la cultura digitale. È essenziale però che ci sia una maggiore consapevolezza verso i temi collegati alla sicurezza e alla protezione della propria identità digitale. Per questo siamo al fianco di Europol e alla Polizia delle Comunicazioni" ha dichiarato Sergio Scalpelli, Direttore delle Relazioni Esterne di Fastweb.

Nel materiale della campagna sono presenti consigli e best practices sia per le aziende che per i privati.

Indicazioni per le Aziende

  • Informare il personale sui rischi in caso di lavoro in mobilità: i confini tra uso aziendale e uso personale diventano, a volte, poco chiari e in caso di attacco al dispositivo le conseguenze per l'azienda possono essere molto gravi.
  • Attuare una politica aziendale di tipo "bring your own device" (BYOD) facendo in modo che i dipendenti che utilizzano i propri dispositivi mobili per accedere ai dati ed ai sistemi aziendali rispettino politiche ben definite. Selezionare opportune tecnologie per gestire e proteggere i dispositivi mobili e invitare il personale ad agire con cautela.
  • Cercare di includere politiche di protezione mobile nel piano di sicurezza globale. Se un dispositivo non è conforme alle politiche di sicurezza aziendale, non dovrebbe essere autorizzato a connettersi alla rete aziendale e ad accedere ai dati aziendali. È inoltre fondamentale installare una soluzione di Mobile Threat Defence per avere una maggiore visibilità e consapevolezza contestuale delle minacce a livello di app, rete e sistema operativo.
  • Accedere con cautela alle reti Wi-Fi pubbliche per accedere ai dati aziendali. In generale, le reti Wi-Fi pubbliche non sono sempre sicure e i dati potrebbero essere esposti a utenti malintenzionati. Qui riportiamo i consigli utili per navigare su Wi-Fi pubblici in tutta sicurezza o, per i clienti Fastweb, questo è sempre possibile utilizzano il servizio WOW-FI.
  • Tenere sempre aggiornati i sistemi operativi e le app dei dispositivi. Assicurarsi che il personale scarichi gli aggiornamenti software per il sistema operativo dei dispositivi mobili non appena viene loro richiesto.
  • Installare applicazioni provenienti solo da fonti attendibili e ufficiali. Può essere utile anche valutare l'introduzione di uno store aziendale di app attraverso il quale gli utenti finali possono accedere, scaricare e installare app approvate dall'azienda.
  • Impedire il jailbreak dei dispositivi. Il jailbreak consiste nella rimozione delle limitazioni di sicurezza imposte dal fornitore del sistema operativo. Effettuarlo può compromettere la sicurezza significativamente.
  • Valutare alternative per l'archiviazione cloud. Gli utenti mobili desiderano spesso accedere a documenti importanti non solo tramite il Pc che usano al lavoro ma anche dal loro telefono o tablet privato al di fuori dell'ufficio. Le aziende dovrebbero valutare l'allestimento di una soluzione di archiviazione sicura basata su cloud e l'introduzione di servizi di sincronizzazione di file per soddisfare queste esigenze in modo sicuro.
  • Incoraggiare il vostro personale a installare un'app per la sicurezza mobile. Tutti i sistemi operativi sono a rischio di infezione. Se possibile, verificate che i vostri dipendenti utilizzino una soluzione per la sicurezza.
     

Indicazioni per i privati

  • Installare applicazioni provenienti solo da fonti attendibili. Prima di scaricare un app, fare una ricerca sugli autori. Non installare app da fonti sconosciute. Quando disponibili, leggere le recensioni degli altri utenti e verificate le autorizzazioni di un'app: a quali dati può accedere e se può condividere i vostri dati con parti esterne.
  • Non fare clic sui link o sugli allegati contenuti in e-mail o messaggi di testo non richiesti. Eliminateli. Fate un controllo incrociato degli URL abbreviati e dei codici QR in quanto potrebbero condurre a siti dannosi o scaricare direttamente del malware sul vostro dispositivo. Verificare che i siti a cui fanno riferimento siano affidabili.  
  • Disconnettetervi sempre da un sito dopo aver effettuato un pagamento. Non salvare mai username e password nel browser o nelle app del vostro dispositivo mobili e non effettuare operazioni bancarie o acquisti online utilizzando connessioni Wi-Fi pubbliche. Fare un controllo incrociato dell'URL del sito: assicurarsi che l'indirizzo web sia corretto prima di effettuare l'accesso o inviare dati sensibili.
  • Tenere sempre aggiornati il vostro sistema operativo e le app per rendere il vostro dispositivo più sicuro e più prestante.
  • Disattivare il Wi-Fi, i servizi di localizzazione e il Bluetooth se non li usate. I cybercriminali potrebbero sfruttarli per accedere ai vostri dati.
  • Evitare di fornire dati personali. Non rispondere a email che chiedono dati, anche se inviate da fonti apparentemente affidabili, come una banca. Contattare l'azienda in questione e assicurarsi che la richiesta si autentica. Controllare periodicamente il dettaglio del traffico mobile per verificare la presenza di eventuali spese sospette e se presenti, contattare il gestore telefonico.
  • Non effettuare il jailbreak del vostro dispositivo. Effettuandolo, la sicurezza del dispositivo può essere compromessa in modo significativo.
  • Effettuare il backup dei vostri dati. Consentirà di ripristinare facilmente i dati personali in caso di smarrimento, furto o danneggiamento del dispositivo
  • Installare un'app per la sicurezza mobile. Tutti i sistemi operativi sono a rischio di infezione. Se possibile, utilizzare una soluzione di sicurezza mobile (per Android o per iOS) in grado di rilevare e proteggere dal malware, dallo spyware e da applicazioni dannose, oltre ad offrire altre funzionalità a tutela della privacy e antifurto.

 

Le minacce via Internet
Gli attacchi hacker via web sono in continuo aumento e possono creare seri problemi agli utenti colpiti. Si può rimanere vittime dei cybercriminali semplicemente visitando un sito web, scaricando file non sicuri, o rispondendo con i propri dati a messaggi o email apparentemente innocue (phishing). Ecco come proteggersi. Clicca sull'immagine per vedere l'infografica

Le app

Anche scaricare applicazioni con il proprio smartphone o tablet può non essere sicuro. Per evitare attacchi, è necessario seguire alcuni accorgimenti. Ecco quali. Clicca sull'immagine per vedere l'infografica

I Ransomware

Il ransomware è un tipo di malware in grado di tenere in ostaggio un dispositivo mobile ed i dati in esso contenuti fino al pagamento di un riscatto. Quali le cause e quali le conseguenze? E soprattutto, come proteggersi? Clicca sull'immagine per vedere l'infografica.

I malware che colpiscono il mobile banking

Questo tipo di malware è appositamente studiato per rubare i dati finanziari eventualmente memorizzati su un dispositivo. Ecco come difendersi. Clicca sull'immagine per vedere l'infografica.

24 ottobre 2016

La Redazione

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #mobile malware campaign #cyber-security #hacker

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.