Tim Berners-Lee

L’inventore di Internet mette in vendita il codice del primo browser web

Sir Tim Berners-Lee sta vendendo all’asta il codice del primo browser web come NFT
L’inventore di Internet mette in vendita il codice del primo browser web FASTWEB S.p.A.

Sir Tim Berners-Lee, uno degli architetti del World Wide Web, sta vendendo il codice sorgente dell browser web originale come NFT. L'asta, gestita da Sotheby's, includerà non solo il codice per il browser WorldWideWeb, ma anche una lettera dello stesso Berners-Lee, un file vettoriale che potrebbe essere stampato come poster e un video muto di 30 minuti che raffigura il codice in fase di digitazione. Secondo un comunicato stampa di Sotheby's, il ricavato andrà a beneficio delle cause sostenute da Berners-Lee e sua moglie.

Il codice all'asta contiene elementi del web con cui molti di noi hanno familiarità oggi, incluse funzioni per analizzare e visualizzare documenti HTML, supporto rudimentale per lo stile, protocollo HTTP e persino la possibilità di stampare una pagina web.

Berners-Lee sembra pensare che gli NFT siano una scelta naturale per il codice: nel comunicato stampa, afferma che gli NFT sono "le ultime creazioni giocose" su Internet e "il modo ideale per confezionare le origini del web". In un'intervista con il Financial Times, paragona la NFT a un libro autografato.

L'acquirente di NFT potrebbe avere problemi a eseguire effettivamente la prima versione di WorldWideWeb. Come sottolinea Ars Technica, c'è una copia molto antica del codice sorgente disponibile oggi sul web (che Sotheby's dice essere simile al codice venduto nell'NFT, ma non l'originale), che sembra anche piuttosto difficile da compilare.

Anche se l'acquirente dovesse attivare il browser originale, è probabile che ci siano ancora pochi siti web in grado di funzionare bene con esso.

Probabilmente, il web come lo conosciamo oggi è stato reso possibile dal fatto che Berners-Lee ha deciso di non brevettare o addebitare l'uso della sua idea, lasciando che chiunque avesse il know-how tecnico (e le risorse informatiche) progettasse il proprio sito web. È facile capire, quindi, perché alcuni potrebbero trovare la creazione di un NFT esclusivo come una scelta un po' strana per Tim Berners-Lee, oltre alle preoccupazioni ambientali intorno alla tecnologia. Secondo il Financial Times, sarà la prima volta che Berners-Lee trarrà direttamente profitto dalla sua creazione, anche se afferma che non terrà quei soldi per sé.

Per chi desidera vedere un'approssimazione del browser originale di Berners-Lee, il CERN ne ha una replica che è possibile eseguire direttamente nel proprio browser web moderno (anche se l'accesso ai siti web da esso sembra non funzionare al momento). Se intendete invece aggiudicarvi l'NFT, l'asta di Sotheby's si svolgerà dal 23 al 30 giugno, con offerte a partire da $ 1.000.
 

Fonte: theverge.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail