Google e Ibm

Le trimestrali di Google e Ibm

Texas Instruments e Amd risentono del calo della domanda per personale computer
Le trimestrali di Google e Ibm FASTWEB S.p.A.

 

In attesa della trimestrale di Apple, alcuni colossi dell’hi-tech statunitense inviano segnali incoraggianti sul loro stato di salute con conti convincenti. E' infatti toccato a grandi aziende come Ibm, Amd, Google e Texas Instruments proseguire la stagione delle trimestrali statunitensi, tornata da alcuni giorni sotto i riflettori dei mercati di tutto il mondo per verificare lo stato di salute della maggior economia mondiale e dei suoi principali rappresentanti.

Google. La società che controlla il maggiore motore di ricerca globale ha registrato nel quarto trimestre un utile netto di 2,89 miliardi di dollari (8,62 dollari per azione), in rialzo del 6,7% su base annua grazie al rimbalzo dei ricavi generati dalle inserzioni pubblicitarie online, la principale fonte di fatturato dell' azienda californiana. Google ha colto i frutti di un mercato pubblicitario in ripresa, sfruttando in particolare il buon livello di consumi registrato nella recente stagione natalizia negli Stati Uniti. Il costo pagato dagli inserzionisti per ogni click effettuato dagli utenti del motore di ricerca sui loro annunci è diminuito del 6% in termini tendenziali, ma è aumentato del 2% su base sequenziale. Il numero di click sugli annunci presenti sul motore di ricerca di Google è cresciuto del 24% su base annua nel trimestre. I dati di bilancio di Motorola Mobility hanno però continuato a pesare sui risultati della capogruppo. Google ha già messo in campo una drastica cura dimagrante per Motorola, in modo da concentrare gli sforzi della società nella sola produzione di telefoni cellulari, che saranno dotati del sistema operativo Android.

Ibm. Ha registrato un incremento dell'utile netto del 6,3% a 5,83 miliardi di dollari a fronte dei 5,49 dello stesso periodo dello scorso anno, grazie al miglioramento della redditività in aree quali il cloud computing e il business analytics software, che hanno compensato la debolezza di attività come il services business. Il mercato ha premiato Ibm grazie sia a conti oltre le attese del mercato che a confortanti stime per il 2013.

Texas Instruments, uno dei principali operatori del settore dei semiconduttori, ha presentato conti contrastanti e in particolare registrato una flessione dell'utile netto dell' 11% a 264 milioni di dollari a fronte dei 298 dello stesso periodo dello scorso anno, a causa della debolezza dei mercati chiave del gruppo e in particolare della domanda di personal computer.

Amd. Anche l’unico concorrente al mondo di Intel nella produzione di microprocessori per computer. ha pagato l'indebolimento della domanda di pc registrando  ricavi in calo del 32% a 1,16 miliardi di dollari.

23 gennaio 2013

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail