Mac

Le migliori applicazioni gratuite per Mac

Dai software che permettono di incrementare la produttività alle utility per trovare tutti i file nel proprio disco rigido, ecco le app per Mac di cui non si può fare a meno
Le migliori applicazioni gratuite per Mac FASTWEB S.p.A.

Per anni, la moltitudine di app gratis presenti sull'App Store ha rappresentato uno dei punti di forza di iOS rispetto ai sistemi operativi della concorrenza. La stessa tattica è ora utilizzata Apple per favorire la diffusione dei suoi computer, sia desktop che laptop. Sull'App Store per Mac, infatti, è possibile trovare migliaia di applicativi, software e programmi gratuiti capaci di dare risposta a qualsiasi tipo di necessità. Ecco una selezione delle migliori applicazioni gratuite per OS X.

Produttività

  • Anxiety. Se a fine giornata si ha difficoltà a ricordare le cose fatte e se, nel caso, ci siano ancora altri compiti da portare a termine, Anxiety è l'applicazione perfetta per i vostri bisogni. Permette di creare una lista di cose da fare nel corso della giornata e visualizzarle a mo' di lista. Spuntandole, scompariranno dalla lista delle cose da fare e passeranno tra quelle già fatte

 

Anxiety

 

  • Caffeine. Così come la caffeina del caffè serve a tenersi sveglie, questa app gratis permette di tenere sveglio il proprio Mac, impedendogli – fin quando Caffeine sarà attiva – di andare in sospensione o di attivare lo screen saver

 

Caffeine

 

  • Evernote. Versatile ed estremamente potente, Evernote è un app gratis che permette di incrementare la produttività in decine di maniere differenti. Nata per redigere note e creare liste di cose da fare, oggi offre funzionalità molto più avanzate. Inoltre, grazie all'integrazione con il cloud, permette di condividere con colleghi ed amici note, liste di cose da fare e progetti su cui si sta lavorando e ricevere la collaborazione di tutti

 

NameChanger

 

  • NameChanger. Come suggerisce il nome, permette di cambiare nome ai file salvati sul proprio hard disk. Nulla di eccezionale? Niente affatto: NameChanger permette di cambiare nome a decine e centinaia di file contemporaneamente in maniera semplice e quasi immediata

 

ToDoist

 

  • ToDoist. Come Anxiety, ma con funzionalità più avanzate. App gratis multipiattaforma, ToDoist permette di creare liste di cose da fare e progetti da portare a termine, di creare appuntamenti ricorrenti e suddividere tutte le attività in sottocategorie. Il tutto, inoltre, è sincronizzabile sul cloud e condivisibile con colleghi ed amici: in questo modo si potranno assegnare compiti e progetti anche ad altre persone e seguirne l'evoluzione

  • aText. Per alcuni utenti iOS le abbreviazioni rappresentano un problema fortunatamente non difficile da risolvere. In alcuni casi, però, possono tornare molto utili, soprattutto nel caso in cui si è soliti utilizzare ripetutamente delle stringhe di testo. Con aText è possibile creare una lista di abbreviazioni per richiamare le stringhe o frasi più utilizzate e risparmiare molto tempo

 

aText

 

  • CheatSheet. Tutti i programmi hanno una lunga lista di scorciatoie da tastiera (combinazione di due o più tasti che permettono di compiere delle azioni) grazie alle quali poterne attivare le funzionalità senza dover cercare le varie voci nei menu. CheatSheet è un'app gratis che permette di consultare la lista delle scorciatoie per tutti i programmi utilizzati, così da facilitarne l'utilizzo

 

CheatSheet

 

  • Self Control. Se la produttività a lavoro risente delle visite, continue e frequenti, ai propri account social – Facebook e Twitter su tutti, ma anche gli altri – Self Control è ciò che serve. Permette di creare una black list di portali, specificando per ognuno di essi per quanto tempo non si avrà possibilità di accedervi

Internet e comunicazione

  • Chrome. Safari è sicuramente un ottimo browser e, grazie all'integrazione e all'ottimizzazione per sistemi OS X, rende al meglio su iMac e MacBook. Nonostante tutto, però, sono molti gli utenti che preferiscono utilizzare il browser di Google per le sue funzionalità, la solidità del codice e la velocità del motore di rendering nel caricare e visualizzare le pagine

  • Adium. Applicativo gratuito per chat e messagging, Adium supporta diversi protocolli di comunicazione e può essere utilizzata allo stesso tempo, ad esempio, per chattare con i contatti di Facebook, i contatti di Google e i contatti di MSN

 

Adium

 

  • Skype. Anche se le alternative sono molteplici, Skype resta di gran lunga l'applicazione più utilizzata per il VoIP. E anche su piattaforma Mac non fa differenza: diffusissima tra gli utenti della Mela morsicata, permette di effettuare videochiamate, anche di gruppo, gratuitamente e senza limiti di tempo

Musica, foto, video

  • VLC. A detta di molti – quasi tutti – il miglior media player oggi a disposizione su qualsiasi piattaforma. Mac incluso. È il più versatile e, grazie all'ampissima collezione di codec audiovideo, è in grado di leggere qualunque tipo di file multimediale gli viene dato in pasto

  • Handbrake. Pur non essendo molto intuitivo (potrebbe essere necessario un po' di tempo per riuscire a conoscerne tutte le funzionalità), Handbrake è un potentissimo software per decodificare i DVD e salvarli sul disco rigido del computer e convertire i file multimediali in vari formati

 

Plex

 

  • Plex. App gratuita multipiattaforma, Plex permette di creare un media server nel giro di pochi minuti e condividere i propri file multimediali tra tutti i dispositivi informatici della propria abitazione. Non solo: installando Plex Server sul computer principale, sarà possibile effettuare lo streaming di tutti i filmati e i video sfruttando la connettività al web. Nel caso in cui il formato file non fosse compatibile con il dispositivo prescelto per la riproduzione, Plex si occupa di effettuare la conversione al volo nel formato più adatto

  • Picasa. Senza dubbio, Picasa è il programma gratuito più facile da utilizzare su piattaforma Mac per la gestione del proprio catalogo fotografico. Non solo: l'app di Google permette allo stesso tempo di modificare (anche se in maniera minimale) le foto salvate sul proprio disco rigido e sincronizzarle istantaneamente su Google+ (senza limiti di spazio, anche se con una risoluzione minore rispetto all'originale)

Utility

  • Dropbox. Ormai ha bisogno di poche presentazioni. Dropbox è il servizio di cloud sharing più conosciuto e utilizzato, tanto su piattaforma Windows, quanto su piattaforma Mac. Basta scaricare e installare l'app gratuita sul proprio computer Apple per poter avere immediatamente 2 gigabyte di spazio gratuito a disposizione, sul quale condividere documenti, fogli di lavoro, immagini, filmati e file audio

 

Skitch

 

  • Skitch. Realizzata dalla stessa casa sviluppatrice di Evernote, questa app gratis permette di effettuare screenshot, di aggiungere commenti, note e quant'altro sia utile a spiegare ciò che è presente nell'immagine. Inoltre, può essere condivisa sulla piattaforma di Evernote e permettere a tutti i propri contatti di lavorarci su contemporaneamente

 

Growl

 

  • Growl. Anche se il centro notifiche di OS X è abbastanza potente ed è compatibile con molti dei programmi a disposizione per la piattaforma operativa Apple, Growl è compatibile con tutti i software Mac. Pur non essendo più gratuito, vale la pena pagare i 4 dollari (poco più di 3 euro) per avere un centro notifiche pienamente funzionale

  • Crashplan. Software intuitivo e semplice da utilizzare, Crashplan permette di effettuare il backup del disco rigido del Mac su un supporto di memoria esterno in maniera gratuita e immediata

 

The Unarchiver

 

  • The Unarchiver. Anche se OS X ha una utility per la gestione dei file compressi, The Unarchiver la batte nettamente in qualità (prestazioni in compressione e decompressione dei file) e quantità (numero di formati di compressione supportati)

 

Found

 

  • Found. Nel caso si abbiano difficoltà a districarsi tra cartelle e file salvate nel proprio disco rigido, su Google Drive, Dropbox, iCloud e gli altri servizi di cloud sharing, Found è l'applicazione gratuita cui non si può rinunciare. Una volta installata indicizza il contenuto dei vari spazi d'archiviazione a disposizione dell'utente e permette di trovare i file in maniera istantanea

 

Jumpcut

 

  • Jumpcut. Jumpcut è una piccola utility che permette di avere sempre a portata di mano tutto il testo che si è copiato o tagliato nel corso della giornata. Così, anche se si fosse interagito con altro testo, si potrà sempre e comunque reperire le vecchie porzioni di testo

Copyright © CULTUR-E
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail