LastPass

LastPass, gli utenti Free dovranno scegliere tra desktop e mobile

Il gestore di password gratuito dal prossimo mese non si sincronizzerà più su tutti i dispositivi, ma sarà necessario sceglierne uno
LastPass, gli utenti Free dovranno scegliere tra desktop e mobile FASTWEB S.p.A.

LastPass ha reso noto che aggiungerà restrizioni significative al suo servizio LastPass Free, che negli ultimi anni ha fornito tutto ciò di cui la maggior parte delle persone ha bisogno da un gestore di password.

A partire dal 16 marzo, infatti, gli utenti di LastPass Free non saranno più in grado di sincronizzare password, numeri di carte di credito, note, indirizzi e informazioni sui conti bancari su tutti i loro dispositivi.

Saranno invece limitati a sincronizzare tutto all'interno di una sola classe di dispositivi: computer desktop e laptop, tablet Windows e browser in esecuzione su di essi o dispositivi mobili come smartphone, tablet Android e iPad e smartwatch.

Quindi, se siete utenti LastPass e sincronizzate le vostre password su più dispositivi diversi, vedrete presto un radicale cambiamento, a meno che non eseguiate l'upgrade al servizio a pagamento da 35 euro circa all'anno. Un piano LastPass Families, invece, che può essere condiviso tra sei utenti, costa 47 euro circa all'anno.

Ecco come LastPass ha spiegato le modifiche in un post sul blog oggi.

"Sarah è un utente gratuito con un computer come dispositivo attivo. Può utilizzare LastPass sul suo laptop, desktop e laptop del suo fidanzato (o il computer di chiunque), ma non può usare LastPass sul suo telefono, tablet o smartwatch a meno che non passi a LastPass Premium, che ha accesso illimitato ad ogni tipo di dispositivo.

Steve è un utente gratuito con un mobile come tipo di dispositivo attivo. Può usare LastPass sul suo iPhone, sul telefono di lavoro Android, sul tablet e sullo smartwatch, ma non può usare LastPass sul suo desktop o laptop a meno che non esegua l'upgrade a LastPass Premium, che ha accesso illimitato ad ogni tipo di dispositivo ".

Il primo tipo di dispositivo a cui accederete dopo il 15 marzo sarà il tipo di dispositivo a cui sarete limitati, anche se sarete in grado di cambiare categoria di dispositivi fino a tre volte. Tuttavia, non perderete nulla nel vostro "archivio" di password e altri elementi. Inoltre, gli utenti gratuiti non saranno più in grado di interrogare il supporto tecnico tramite e-mail dopo il 17 maggio. Saranno invece relegati a forum e FAQ.

Per essere onesti, finora non ci sono state molte ragioni per passare da LastPass Free a LastPass Premium. Si potevano utilizzare chiavi di sicurezza fisiche per l'autenticazione a due fattori, per condividere elementi con più persone, per utilizzare 1 GB di spazio di archiviazione di file crittografato e per chiedere a qualcuno di monitorare il "dark web" per le vostre informazioni, ma la maggior parte delle persone non ha bisogno questo tipo di caratteristiche.

Abbiamo anche capito che LogMeIn, proprietario di LastPass, vuole concretizzare. LogMeIn lo ha chiarito quando ha aumentato le tariffe annuali di LastPass da 12 euro a 24 euro e infine a 35 uero in meno di tre anni. Ma con questo aumento, LogMeIn ha anche permesso la sincronizzazione gratuita illimitata su tutti i dispositivi.

Tuttavia, se siete utenti di LastPass Free, avete alcune opzioni per il prossimo mese.

  • Potete continuare a utilizzare il servizio gratuito LastPass. Se volete farvi furbi, potreste creare due account gratuiti registrati su diversi account di posta elettronica ma con contenuti identici per coprire entrambi i tipi di dispositivi. Dovreste solo ricordarvi di apportare le stesse modifiche alle password contemporaneamente ad entrambi gli account.
  • Potete passare al servizio a pagamento di LastPass. 35 euro all'anno non sono una cifra enorme. Per il momento, LastPass offre un prezzo agevolato agli utenti gratuiti che desiderano eseguire l'aggiornamento.
  • Potete passare a gestori di password che offrono sincronizzazione illimitata gratuita. Bitwarden è la novità più interessante in circolazione, sebbene il suo livello gratuito non supporti le app di autenticazione a due fattori come LastPass Free. Il livello gratuito di Zoho Vault supporta invece tutte le app di autenticazione.
  • Potete passare al completamente gratuito KeePass. Come un antico amuleto, KeePass è molto antico e molto potente. Ma la sincronizzazione del vostro vault KeePass su più dispositivi richiede molti componenti aggiuntivi.
  • È possibile utilizzare i gestori di password del browser web. Chrome, Firefox ed Edge hanno tutti gestori di password integrati e i Mac hanno il KeyChain. Ma vi limitano a un solo browser o ai dispositivi di un solo produttore, e il gestore di password del browser è il primo posto in cui molti malware cercano quando vogliono rubare informazioni.
  • Potreste passare a un altro gestore di password a pagamento. Dashlane ha un sacco di funzionalità, ma parte da 60 dollari all'anno. Keeper costa un dollaro in meno di LastPass Premium e ha un'eccellente livello di sicurezza. Gli utenti Mac fanno affidamento su 1Password, ma costa anch’esso 36 euro all'anno.

 

Fonte: tomsguide.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail