La California punta a ridurre i consumi energetici

La California vuole ridurre lo spreco d'energia

Lo Stato introduce i requisiti di efficienza energetica per i computer portatili
La California vuole ridurre lo spreco d'energia FASTWEB S.p.A.

La California diventa il primo paese degli Stati Uniti ad approvare dei requisiti di efficienza energetica per i computer portatili nel tentativo di ridurre gli sprechi: questa manovra potrebbe avere un impatto di rilievo sui consumi energetici dell'intero paese. Le nuove norme, approvate dalla California's Energy Commission, prevedono che i computer utilizzino minore energia. Dal momento che sono stati progettati per essere ad alta efficienza energetica, non dovrebbe esser impossibile ridurre l'assorbimento dell'energia da parte dei portatili: la Commissione stima che dei computer che stanno per esser introdotti nel mercato il 73% non necessita di alcun tipo di modifica.

Il problema è che attualmente solo il 6% dei dispositivi soddisfa questi standard previsti dalla Commissione. Dunque, i computer non conformi dovranno ridurre il loro assorbimento di potenza di circa il 30% entro il 2019 e del 50% entro il 2021.

Stando alle stime del Natural Resources Defense Council (NRDC) il consumo energetico sarebbe notevolmente ridotto visto il risparmio di emissioni di 730 mila tonnellate di anidride carbonica. Il NRDC ha definito così i requisiti: "Rappresentano una pietra miliare nella lotta alla riduzione del consumo di energia sia nelle nostre case, che nelle imprese e nelle scuole".

Questa manovra potrebbe avere un impatto anche a livello nazionale, dal momento che la California è la nazione più popolosa, le aziende potrebbero decidere di produrre portatili che soddisfino questi standard ed esportarli in tutti gli Stati Uniti, senza realizzare una linea separata per California.

Il settore tecnologico sta lavorando per ridurre l'uso della potenza energetica

Se tutto questo dovesse verificarsi, il NRDC si aspetta che questo cambiamento nell'utilizzo di energia "equivalente al consumo di sette centrali a carbone" comporti un taglio di 14 milioni di tonnellate di anidride carbonica non emesse.

Il settore tecnologico ha collaborato con la California's Energy Commission per stabilire questi requisiti. Durante una conference call sull'argomento, Paul Ford, manager di HP, ha definito queste nuove norme come "rivoluzionarie e ambiziose, ma raggiungibili" per settore tech. Anche Intel ha preso parte a questa riunione, insieme al Information Technolgy Industry Council e TechNet, due gruppi del settore i cui membri includono Apple, Dell, Google, Lenovo, Microsoft.

Stando alle stime della California's Energy Commission, il prezzo iniziale del computer dovrebbe esser aumentato di 14 dollari, ma il consumatore dovrebbe risparmiare nei costi di consumo fino a 40 dollari nell'arco di cinque anni.

Le norme non riguardano solo i computer, ma anche i piccoli server e workstation. In ogni caso, il fabbisogno di energia può variare a seconda dell'inserimento di altri dispositivi, come per esempio una scheda grafica che richiede maggiore potenza.

Negli Stati Uniti esistono degli standard energetici, ma restano più deboli di quelli della California. Norme ormai obsolete sono adottate dall'Unione Europea, Cina e Australia. Questi requisiti non interessano i tablet, i server di grandi dimensioni e le console di gioco. Il NRDC si è detto preoccupato per alcune esenzioni "eccessivamente generose" per i Pc, notando che alcune esenzioni seppur rare sono a favore dei protagonisti del mercato.

La Commissione sta inoltre introducendo requisiti per i monitor dei computer che avranno un impatto maggiore dal momento che solo il 14% dei monitor sul mercato soddisfa questi nuovi standard, ma come spiega Andrew McAllister, commissioner dell'agenzia, questi cambiamenti sono necessari.

Per i monitor, la Commissione ha stabilito un livello massimo di potenza mentre sono accesi, mentre un minimo in modalità offline. Gli standard saranno effettivi a partire dal 2019 e si prevede un risparmio di circa 30 dollari sui costi energetici, a fronte di un aumento del costo del monitor di 5 dollari.

20 dicembre 2016

Fonte: theverge.com
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail