Opera d'Arte

Come l'Intelligenza Artificiale scova il falso d'autore

L'intelligenza artificiale in grado di identificare un falso grazie all' analisi di una sola pennellata
Come l'Intelligenza Artificiale scova il falso d'autore FASTWEB S.p.A.

Distinguere un falso da un' opera d'arte autentica è da sempre un processo difficile e dispendioso. Gli storici dell'arte possono avanzare sospetti sulla veridicità di un'opera solo dopo averla sottoposta ad un estenuante processo di laboratorio che comprende analisi come la spettroscopia ad infrarossi, la datazione radiometrica, la cromatografia e altri test. L'intelligenza artificiale, come è stato, non ha bisogno di tutto questo: necessita solo di un rapido sguardo alle pennellate dell'opera per riconoscere un falso.

In una recente pubblicazione, i ricercatori della Rutgers University e dell'Atelier per il Restauto e la Ricerca delle Opere in Olanda, documentano come questo sistema abbia riconosciuto quasi 300 opere di Picasso, Matisse, Modigliani ed altri maestri della pittura analizzando più di 80mila pennellate, dopodichè una rete neurale (RNN) ha imparato quale tipo di tratto è essenziale per distinguere un artista dall'altro.

I ricercatori hanno inoltre allenato un algoritmo di machine learning ad osservare alcune caratteristiche specifiche, come la forma della linea in una pennellata. Questo ha permesso al sistema di profilare due tecniche differenti per identificare un falso, e la combinazione di questi è risultata molto accurata. Analizzando l'output dell'algoritmo di machine learning si è capito meglio il funzionamento dell'RNN, che agisce come una sorta di "scatola nera", un sistema i cui risultati sono difficili da spiegare, per i ricercatori.

Dato che l'algoritmo della tecnologia è allenato su caratteristiche specifiche, la differenza tra queste e l'RNN probabilmente indica le caratteristiche che la rete neurale stava esaminando per rilevare i falsi. In questo caso, viene analizzata la pressione del tratto e la sua lunghezza. Facendo lavorare in tandem gli algoritmi i ricercatori sono stati in grado di identificare correttamente l'80% degli artisti proposti.

Il team ha inoltre commissionato a diversi artisti la realizzazione di falsi di quadri famosi per testare la macchina. La tecnologia è stata in grado di identificare i falsi in ogni istanza, semplicemente osservando una singola pennellata.

"Sono dettagli che un essere umano non potrà mai identificare", ha detto il professor Ahmed Elgammal, uno degli autori del documento.

Questa tecnologia può essere utilizzata, però, solo quando le linee sono evidenti, quindi per quei dipinti in cui le pennellate sono rese invisibili, non è di aiuto. Ma per confermare ulteriormente i risultati, Elgammal dice che presto partiranno i test sulle opere impressioniste e contemporanee, in cui le pennellate non sono così chiare.

Questa ricerca lascia intendere che in futuro ci saranno svariate possibilità di applicare l'intelligenza artificiale all'arte, ma gli storici ed i ricercatori, legati alle tecniche tradizionali, dovranno lentamente adeguarsi al cambiamento.

21 novembre 2017

 

Fonte: technologyreview.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail