La plastica ecologica fatta con CO2 e scarti vegetali

L'ecoplastica fatta con anidride carbonica e scarti vegetali

L'alternativa alle sostanze chimiche pericolose è stata trovata da alcuni scienziati dell'Università di Stanford
L'ecoplastica fatta con anidride carbonica e scarti vegetali FASTWEB S.p.A.

Alcuni ricercatori dell'Università di Stanford hanno trovato un nuovo modo per fare la plastica utilizzando anidride carbonica e vegetali al posto del petrolio. 

Molti prodotti di plastica sono costituiti da un polimero chiamato polietilene tereftalato (Pet) e nel mondo ogni anno se ne producono circa 50 milioni di tonnellate per diversi tipi di merci. Il Pet è fatto di acido tereftalico e glicole etilenico, che derivano da gas naturale e petrolio raffinato. Matthew Kanan, uno degli autori della ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Nature ha affermato che l'uso dei combustibili fossili come materia prima, insieme all'energia richiesta per la produzione di Pet, genera oltre quattro tonnellate di anidride carbonica per ogni tonnellata di Pet".

Gli esperti hanno così cercato un'alternativa, trovandola nel polietilene furandicarbossilato (Pef), fatto di glicole etilenico e di un composto, l'acido 2-5-furandicarbossilico (Fdca), che può essere estratto da biomasse e non da petrolio. Se finora l'Fdca è stato ricavato dal fruttosio dello sciroppo di mais, i ricercatori hanno trovato il modo di sfruttare il furfurolo, un composto proveniente dagli scarti agricoli, insieme alla CO2 e al carbonato, senza l'ausilio di sostanze chimiche pericolose.

11 marzo 2016

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail