Windows 10

Bug Windows 10, il May Update 2020 causa la perdita di connessione

Alcuni utenti hanno segnalato la perdita di connessione dopo l'aggiornamento Windows datato 10 maggio 2020. Questo problema potrebbe essere correlato all'utilizzo del VPN.
Bug Windows 10, il May Update 2020 causa la perdita di connessione FASTWEB S.p.A.

L'aggiornamento di Windows 10 di maggio 2020 presenta un altro problema riconosciuto da Microsoft, questa volta con la connettività Internet che si perde per alcuni utenti.

Si tratta di un bug abbastanza strano (che abbiamo già visto in precedenza) in quanto Windows 10 mostra che non vi è alcuna connessione a Internet nell'icona della barra delle applicazioni, quando in realtà esiste una connessione perfettamente valida per il PC - e gli utenti possono ancora andare online.

Il problema è aggravato, tuttavia, perché alcune app escono dal sistema operativo segnalando che non vi è alcuna connessione e quindi rimangono bloccate pensando di essere offline.

In breve, sebbene gli utenti interessati possono essere in grado di accedere ad un browser e svolgere le loro normali mansioni quotidiane, alcune app come Cortana, Microsoft 365, OneDrive o Microsoft Store possono passare dallo stato online a offline. E non si tratta solo di app Microsoft: anche Spotify, ad esempio, smette di funzionare per gli utenti colpiti da questo bug.

Esistono varie segnalazioni di questo problema e delle sue ramificazioni, e Windows Latest, tra i primi ad averlo rilevato, conferma di aver riscontrato in prima persona il bug di connessione a Internet. Il sito tedesco Born City riferisce inoltre che un lettore che ha riscontrato il bug avrebbe suggerito che il problema potrebbe essere correlato all'utilizzo della VPN o del proxy, ma al momento non è davvero chiaro quale sia la radice del problema.

Potreste ricordare, tuttavia, che c'era un simile bug legato alla connettività Internet prima del rilascio dell'aggiornamento di maggio 2020, ovvero a marzo. Questo, quindi, potrebbe essere legato allo stesso problema (che Microsoft aveva precedentemente risolto) e che era effettivamente legato alla VPN.

Microsoft ha riconosciuto il nuovo problema in un post sul forum TechNet, osservando che: "Alcuni utenti segnalano il messaggio di 'nessuna connessione a Internet' nell'indicatore di stato della connettività di rete (NCSI) su dispositivi Windows 10 2004 [Aggiornamento maggio 2020] su dispositivi che possono effettivamente eseguire il ping risorse Internet o sfogliare siti Web con browser Internet".

Si tratta quindi di un problema noto, per Microsoft, ed oggetto di indagine da parte del colosso del software, ma non esiste ancora alcuna soluzione. Il rollback dall'aggiornamento di maggio 2020 a una precedente installazione di Windows 10 sembra risolvere il problema, ma ovviamente non è una soluzione ideale.

Windows Latest evidenzia una soluzione alternativa che è stata pubblicata su diversi post e sembra funzionare per un cospicuo numero di utenti, anche se è stato riferito che non ha fatto differenza per altri. Un altro avvertimento importante è che la risoluzione suggerita comporta la modifica del Registro di sistema e, se non si è sicuri delle proprie conoscenze o capacità informatiche, forse si dovrebbe evitare, considerando che un errore nel Registro di sistema può portare a gravi conseguenze per il sistema operativo.

Detto questo, se voleste provare la soluzione alternativa, è la seguente:

  • Digitate "Editor del Registro di sistema" nella casella di ricerca di Windows 10 nella barra delle applicazioni e cliccate sull'app quando appare nel pannello in alto;
  • Cliccate su "Sì" per consentire l'esecuzione dell'app;
  • All'interno dell'editor, trovate la chiave seguente: HKEY_LOCAL_MACHINE \ SYSTEM \ CurrentControlSet \ Services \ NlaSvc \ Parameters \ Internet
  • Evidenziate "EnableActiveProbing" e modificate i dati del valore da 0 a 1


Con un po' di fortuna, questo trucco dovrebbe risolvervi il problema, anche se, come detto prima, alcune persone hanno notato che non ha funzionato. La riuscita, quindi, non è scontata e, come abbiamo detto, ricordate di fare molta attenzione se vi imbarcate sulla strada della modifica del Registro di sistema.

Si spera che l'indagine di Microsoft su questo problema si rivelerà fruttuosa in termini di una corretta risoluzione, e con un po' di fortuna, la società possa trovare presto una soluzione definitiva, e che non vedremo mai più questo tipo di bug.

Fonte: techradar.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail