Fastweb

Il nuovo robot Amazon impacchetta oltre 600 scatole l'ora

ikea Smartphone & Gadget #smart home #robot IKEA, mobili robotizzati per ottimizzare gli spazi IKEA svela i mobili robotici Rognan, un'unità multifunzionale dotata di una piattaforma robotica intelligente che ottimizza l'utilizzo di piccoli spazi o di una stanza singola
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Il nuovo robot Amazon impacchetta oltre 600 scatole l'ora FASTWEB S.p.A.
Amazon
Web & Digital
Questo avrà qualche impatto sui posti di lavoro?

Amazon ha installato nuovi robot nelle sue strutture in grado di imballare centinaia di oggetti all'ora e ha preso in considerazione la possibilità di implementare la tecnologia nei suoi stabilimenti. I robot possono avvolgere pacchetti all'interno di scatole da assemblare su misura per adattarsi a ciascun articolo. Sebbene questi robot costino oltre un milione di dollari ciascuno, Amazon si aspetta di recuperare i costi entro due anni.

Un nuovo rapporto afferma che Amazon ha preso in considerazione la possibilità di distribuire le macchine in dozzine di magazzini, eliminando circa 24 posizioni ad ogni implementazione. Reuters rileva che Amazon è interessata a tagliare la forza lavoro "umana" fuori dal processo di magazzino per risparmiare sui costi di manodopera, ma che il compito di raccogliere gli oggetti dai contenitori rimane troppo difficile da eseguire in un modo efficace, per i robot, in termini di costi e tempi.

Per Amazon si tratta di un percorso abbastanza complicato, come osserva Reuters, perché spesso l'azienda si posiziona come un potente datore di lavoro - una città è spesso contenta di avere un magazzino Amazon, dal momento che le posizioni aperte possono essere molte.

"Stiamo pilotando questa nuova tecnologia con l'obiettivo di aumentare la sicurezza, accelerare i tempi di consegna e aggiungere efficienza alla nostra rete", ha detto un portavoce dell'Amazon in una nota. "Prevediamo che i risparmi di efficienza saranno reinvestiti in nuovi servizi per i clienti, dove continueranno a essere creati nuovi posti di lavoro".

Amazon ha detto che non licenzierà i lavoratori per sostituirli con i robot. Invece, semplicemente non assumerà più lavoratori man mano che i robot arriveranno online, e intende convertire i lavoratori che svolgono già questi ruoli in altri posti di lavoro. Le macchine, costruite dalla ditta italiana CMC Srl, possono imballare 600-700 confezioni all'ora, dalle quattro alle cinque volte la velocità di un essere umano. L'idea di trasformare i lavoratori in ruoli diversi anziché sostituirli è uno dei modi in cui l'automazione può trasformare l'occupazione senza annientare i posti di lavoro, o addirittura creare opportunità di lavoro in altri modi. Ad esempio, se i robot sono distribuiti nelle fabbriche, questo crea lavoro nella riparazione dei robot che in precedenza non esisteva.

L'impatto che l'automazione avrà lavoratori nei prossimi decenni è qualcosa che dobbiamo affrontare. Anche se è difficile credere alle stime secondo cui il 40-50% dei lavori possa essere sostituito dall'automazione, non ci vuole un tasso di sostituzione del lavoro del 40-50 per cento per far arretrare un'economia o una società. Siamo ancora alle prese con l'impatto a lungo termine della perdita di posti di lavoro operai altamente retribuiti di decenni fa, e questo ha colpito una percentuale significativamente più ridotta della popolazione attiva totale.

In breve, la decisione di Amazon di schierare robot per l'imballaggio è un'estensione logica del nostro decennale passaggio all'automazione e un sintomo di problemi futuri all'orizzonte quando non abbiamo affrontato in modo eccellente i problemi che l'automazione ha già creato - non dal punto di vista del mantenimento della mobilità complessiva della classe e comunque di un percorso verso la classe media. Amazon non è né l'unico responsabile del problema né la sua soluzione, ma avremo bisogno di soluzioni migliori di quelle che abbiamo messo in campo fino ad oggi, se gli esperti hanno ragione sull'entità del fenomeno.

15 maggio 2019

Fonte: extremetech.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #amazon #robot

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.