Fastweb

I tool di Google meno conosciuti

Esami in corso Smartphone & Gadget #web #app Maturità 2019, come arrivare preparati grazie a web e app Il 19 giugno inizieranno ufficialmente gli esami per mezzo milione di studenti italiani. Accanto a libri, appunti e post-it esistono tante applicazioni e piattaforme che possono aiutare i ragazzi a superare la sfida con successo
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
I tool di Google meno conosciuti FASTWEB S.p.A.
Google
Web & Digital
Dalle statistiche dei portali web agli strumenti e guide per gli sviluppatori, nel macro-cosmo Google si nascondono strumenti molto utili

Le gemme più preziose sono quelle nascoste e custodite più gelosamente. Un adagio vecchio come il mondo e più volte messo in pratica un po' da tutti. Lascia un po' stupiti ed increduli, però, il fatto che anche Google metta in atto la stessa tattica: alcuni degli strumenti più utili del gigante di Mountain View sono poco sponsorizzati e conosciuti solamente da pochi addetti ai lavori.

I tool di Google in questione possono tornare utili nelle situazioni più disparate: dall'applicazione che permette di prendere brevi note – Google Keep – agli strumenti per analizzare statistiche del proprio sito Internet o del web in generale – Webmaster Tool e Trends – passando per tutti gli strumenti utili per il lavoro di uno sviluppatore – Developer. Un'intera “cassetta degli attrezzi” tenuta nello scaffale più alto della credenza e che, molto probabilmente, sarebbe utile mettere a disposizione di tutti.

Google Ngram Viewer

Google Books è tra le più grandi biblioteche digitali – probabilmente non solo digitali – al mondo. Con centinaia di milioni di volumi conservati in formato elettronico su scaffali virtuali, può vantare un fondo praticamente sconfinato. E proprio per questo difficilmente analizzabile nel suo complesso.

Google Ngram Viewer, però, permette di fare qualche passo in avanti. Si tratta, infatti, di un particolarissimo motore di ricerca che dà l'opportunità di verificare quante volte una parola viene citata all'interno di tutto il fondo librario di Google Books. Basta inserire il termine nel campo e avviare la procedura di ricerca: in pochi istanti se ne potrà valutare l'evoluzione temporale, confrontando il numero di citazioni del 1851 con quelle del 2011.

Google Trends

Si è interessati a scoprire quali siano le tendenze del momento – o del mese, della settimana o dell'anno – su Google? Tutto ciò sarà possibile grazie a Trends, tool di Google per l'analisi statistica del volume di ricerche.

 

Google Trends

 

Si potrà navigare tra i dati a seconda del periodo, della parola chiave o della categoria, mentre grazie alla funzione Charts si potranno scoprire le parole più cercate nell'ultimo mese in 40 categorie di interesse mondiale.

Google Correlate

Tra i tool di Google meno conosciuti, Correlate è parte integrante della piattaforma Trends, anche se viene spesso e volentieri utilizzato indipendentemente. Correlate permette di conoscere quale sia l'andamento del volume di ricerche nel corso del tempo su un argomento o una chiave di ricerca. Interessati, ad esempio, a conoscere quanto fosse famosa la vostra squadra del cuore 5 anni fa? Basta inserirne il nome nell'apposito campo e selezionare il periodo di tempo desiderato nel grafico che verrà mostrato.

Google Public Data Explorer

Si parte dagli open data e si finisce con l'analizzare grafici o esplorare mappe digitali. Con Google Public Data Explorer si possono visualizzare, analizzare e studiare statistiche e dati di vario genere provenienti dai più importanti istituti economico-finanziari al mondo.

 

Google Public Data Explorer

 

Dai dati di Eurostat – l'agenzia statistica dell'Unione Europea – a quelli dell'Ufficio Censimento degli Stati Uniti, dalle statistiche dell'OCSE a quelle della Banca Centrale Europea o della Banca Mondiale, questo tool di Google permette di scoprire realtà sconosciute grazie ai crudi numeri.

Webmaster Tools

Ogni webmaster che si rispetti dovrebbe avere a disposizione una suite di strumenti – dalle statistiche ad alcuni script – che possano permettergli di migliorare il proprio sito e far crescere il numero di visitatori.

 

 

Google Webmaster Tools nasce esattamente con questo obiettivo: fornire al webmaster tutti i tool necessari per trasformare i siti web che gestisce. Dallo strumento di analisi, in grado di rilevare eventuali problemi di sicurezza, a statistiche precise e puntuali sul numero di visite e letture per ogni singola pagina del sito, i Webmaster Tools possono aiutare a trasformare il proprio blog in un piccolo portale web.

Google Fonts

Per grafici e web designer freelance non è sempre facile trovare dei font belli a vedersi e, soprattutto, gratuiti. Il più delle volte la ricerca si trasforma in un vero e proprio calvario, che porta il creativo di turno a ripiegare su una soluzione alternativa e, magari, poco gradita.

 

Google Fonts

 

Per ovviare a questo problema, però, si può sempre ricorrere a Google Fonts, collezione di caratteri tipografici open source. Ad oggi ne sono disponibili oltre 600, tutti liberamente utilizzabili nei progetti grafici o editoriali che si hanno in mente.

Google Developer

La Mecca di ogni sviluppatore che si rispetti – sia esso per applicativi e siti web o per programmi a sé stanti – si chiama Google Developer. Dai video di tutorial e conferenze, a veri e propri strumenti per facilitare lo sviluppo di applicazioni e programmi, Developer può tornare utile in molti modi. Anche a chi sviluppatore non è ma vorrebbe diventarlo.

Google Keep

Oltre ad essere un'apprezzatissima applicazione per smartphone Android, Google Keep può essere utilizzata anche su computer – sia Windows sia OS X – direttamente dal proprio browser. Gli sviluppatori della casa di Mountain View, infatti, ne hanno realizzato un porting, rendendola disponibile

 

 

Così come accade con il proprio dispositivo mobile, per prendere nota di un appuntamento – e magari aggiungere una scadenza o geolocalizzarla – o scrivere la lista della spesa sarà semplice ed immediato: si potrà iniziare a scrivere direttamente o scegliere la tipologia di promemoria che si vorrebbe scrivere. Tutti questi appunti verranno poi conservati su Google Drive e condivisi con tutti gli altri dispositivi – smartphone, tablet o altri computer – sui quali si utilizza lo stesso account Google.

Google Sky

Nasce come parte di Google Earth ma ormai vive di vita propria, anche come applicazione per smartphone. Google Sky è un atlante interattivo e virtuale dei cieli. Realizzato in collaborazione con la NASA, permette di esplorare le profondità della volta celeste grazie alle immagini del telescopio spaziale Hubble.

 

Google Sky

 

Sarà così possibile addentrarsi nei meandri della Via Lattea nello stesso modo e con la stessa facilità con la quale si esplora New York o si cerca il percorso più breve dalla Fontana di Trevi al Pantheon.

 

19 febbraio 2014

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #google #web #analytics #google trends #google earth #google sky #smartphone #app #applicazione #google keep #android

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.