I social strumenti di arruolamento dei terroristi islamici

I social strumenti di arruolamento dei terroristi islamici

A lanciare l'allarme dal Financial Times Robert Hannigan, capo dell'agenzia di sorveglianza britannica Gchq
I social strumenti di arruolamento dei terroristi islamici FASTWEB S.p.A.

Facebook, Twitter e altri siti e servizi online sono diventati i "centri di comando e controllo" per i jihadisti dell'Isis. E' l'accusa lanciata dal quotidiano finanziario Financial Times da Robert Hannigan, il nuovo capo dell'agenzia di sorveglianza britannica Gchq, finita al centro dello scandalo Datagate, che ha chiesto una maggiore collaborazione nella lotta al terrorismo ai colossi del web. Hannigan si riferisce che i social sono diventati gli strumenti per la propaganda e l'arruolamento di jihadisti in tutto il mondo.

"L'Isis ha abbracciato il web come un vistoso canale dove promuovere se stesso, intimidire la gente, e radicalizzare le nuove reclute", ha affermato il direttore della Gchq. "Gli estremisti dell'Isis usano i servizi di messaggi e i social media, fra cui Twitter, Facebook e WhatsApp, e il linguaggio che i loro pari capiscono", ha aggiunto. Gli aspiranti terroristi non devono quindi usare password per accedere a siti protetti perché "possono seguire altri giovani che pubblicano le loro avventure in Siria", ha sottolineato il capo degli 007. Per queste ragioni, le società Usa devono collaborare coi servizi di intelligence, ha ricordato Hannigan, sottolineando che "la privacy non è mai stato un diritto assoluto".

Hannigan ha denunciato la "reticenza" dei giganti del web rispetto all' uso improprio che i terroristi fanno dei servizi della Rete. In particolare il problema era venuto alla luce con il caso di Edward Snowden, l'ex informatico che ha rivelato il programma di sorveglianza segreto della National Security Agency americana. Era emerso che gruppi come  Google e Facebook erano poco inclini a condividere dati personali degli utenti con i servizi segreti e le forze di polizia, preferendo piuttosto criptarli per tutelare la privacy. 

4 novembre 2014 

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail