House of Cards

House of Cards, la serie d'autore diventa on-demand

La serie tv prodotta da David Fincher con Kevin Spacey sul dietro le quinte della politica americana
House of Cards, la serie d'autore diventa on-demand FASTWEB S.p.A.

 

Si tratta di una delle serie tv più attese degli ultimi anni: David Fincher (The Social Network, Fight Club) alla regia dell’episodio pilota, Kevin Spacey (I soliti sospetti) nei panni di un politico senza scrupoli e scritta da Beau Willimon prendendo spunti dall’omonima miniserie britannica della BBC del 1990. Si intitola House of Cards, castello di carte, e da molto tempo le notizie sulla sua realizzazione rimbalzavano nei siti degli appassionati.

Ma nessuno si aspettava che la sua messa in onda, inizialmente prevista con una normale programmazione su cable americana (le reti via cavo), si trasformasse nella prima produzione originale di tale entità per un servizio di VoD, Video on Demand. Si tratta di Netflix, il colosso americano della distribuzione digitale, che ha investito 100 milioni di dollari per la produzione dei 13 episodi della prima serie (una seconda è già in cantiere), resi disponibili dal 1° febbraio ai suoi oltre 30 milioni di abbonati in America, Sud America, Caraibi, Inghilterra, Irlanda, Svezia, Norvegia, Danimarca e Finlandia.

Una vera novità nel panorama televisivo e per gli spettatori, abituati a fruire prodotti seriali su puntate settimanali e che, invece, si ritrovano un’intera serie disponibile per intero, e sottoposta a canone mensile. Un’opportunità, certo, ma non solo di business, soprattutto per la nascita di un nuovo tipo di sinergia tra media e scrittura. Viene da chiedersi che cosa ne sarà della serialità intesa anche come fidelizzazione di un pubblico da far tornare, anche una volta esaurito l’abbonamento stipulato ad hoc per un solo contenuto. E se fosse l’occasione giusta per inventarsi un nuovo linguaggio per la serialità? Gli esperimenti in corso, anche in Italia, sono parecchi e molto interessanti.

House of Cards, per la cronaca, rimane uno splendido drama che si snoda nei meandri del parlamento americano seguendo la calcolata e glaciale vendetta dell'esperto e machiavellico deputato Frank Underwood (uno Spacey, pensa un po', monumentale). Ce lo hanno detto degli amici americani.

6 febbraio 2013

Fonte: Chili, la videoteca online
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail