L'NFC di Softcard nel mirino di Google

Google vuol comprare l'NFC di Softcard

Secondo il Wall Street Journal Big G starebbe trattando l'acquisizione per circa 50 milioni di dollari
Google vuol comprare l'NFC di Softcard FASTWEB S.p.A.

Google punta a Softcard, azienda specializzata nei pagamenti mobile NFC. Secondo il Wall Street Journal Big G starebbe trattando per circa 50 milioni di dollari l'acquisizione. 

Tra gli obiettivi di Mountain View rimanere al passo con Cupertino che a novembre ha rilasciato di Apple Pay. Sul blog ufficiale l'azienda ha scritto: "Non abbiamo nessun commento, retroscena, profondo retroscena, cenno, occhiolino, risposta verbale o non verbale per questo tipo di rumor".

Il servizio offerto da Softcard nasce dalla joint-venture formata nel 2010 tra AT&T, Verizon e T-Mobile. E' utilizzato in 200 mila punti vendita statunitensi ed è disponibile per gli smartphone che utilizzano sistema operativo Android e Windows Phone. Nonostante la diffusione, Softcard non ha ottenuto il successo sperato, con perdite pari a 15 milioni di dollari al mese, tanto da costringere la società licenziare 60 dipendenti. 

Dopo il debutto di Apple Pay, il mercato dei pagamenti mobile sta crescendo oltre le previsioni: dai 12,8 miliardi di dollari del 2012 si raggiungeranno i 90 miliardi del 2017, il 48% in più rispetto al 2012. Gli analisti prevedono che dal 2019 i pagamenti tramite cellulare aumenteranno a 142 miliardi di dollari.

19 gennaio 2015

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail