Fastweb

Google prende una laurea in medicina grazie all'apprendimento automatico

Neurone artificiale Internet #intelligenza artificiale #machine learning Reti neurali "portatili" rese possibili da un nuovo chip Un gruppo di ricerca del MIT ha messo a punto un chip che permetterebbe di implementare reti neurali negli smartphone senza problemi di durata batteria
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Google prende una laurea in medicina grazie all'apprendimento automatico FASTWEB S.p.A.
Google può predire la data della morte di una persona tramite l'IA
Web & Digital
Vuoi sapere quanto durerà la tua degenza ospedaliera, se guarirai e se dovrai ricoverarti di nuovo? Te lo dice una IA di Google

Google sa tutto (o almeno così crede) e ora può persino dire alle persone quando moriranno. Il gigante della tecnologia ha aiutato a testare un sistema informatico di intelligenza artificiale in grado di prevedere se c'è la possibilità che i pazienti ospedalieri trapassino entro 24 ore dopo il ricovero.

Ciò che è più sconcertante è che i test valutano l'accuratezza delle previsioni dell'IA come corrette fino al 95 percento.

Il sistema funziona elaborando i dati sui pazienti, come la loro età, etnia e genere. Queste informazioni vengono quindi associate alle informazioni ospedaliere, come diagnosi precedenti, segni vitali attuali e risultati di laboratorio.

Ciò che rende il sistema particolarmente accurato è il fatto che vengono presi in esame anche dati in genere fuori dalla portata dei sistemi informatici, come le note dei medici sepolte tra le cartelle mediche, nei grafici ospedalieri e nella documentazione PDF.

I sistemi di intelligenza artificiale diventano più efficienti nel tempo attraverso un processo noto come apprendimento automatico (machine learning).

L'intelligenza artificiale è stata sviluppata da un team di ricercatori di Stanford, dell'Università di Chicago e dell'UC San Francisco. Google poi ha preso questo sistema di IA e lo "ha istruito" usando dei dati anonimi di 216.221 persone adulte di due centri medici statunitensi. Ciò significa che l'intelligenza artificiale ha avuto oltre 46 miliardi di dati singoli da cui attingere.

Nel corso del tempo, l'intelligenza artificiale è stata in grado di associare determinati termini a un risultato (ovvero la vita o la morte) e comprendere quanto probabile (o meno) fosse la morte di una persona.

Ciò che è particolarmente interessante nel sistema di Google è che i ricercatori possono utilizzare praticamente qualsiasi tipo di dato.

Il professore di Stanford Nigam Shah ha detto a Bloomberg che circa l'80% del tempo di sviluppo dei modelli predittivi continua ad essere utilizzato per inserire i dati nell'IA. Ma il sistema di Google può elaborare qualsiasi cosa e basarvicisi per fare delle previsioni, grazie alle sue potenti capacità di apprendimento automatico.

È interessante notare che l'intelligenza artificiale di Google non solo può prevedere se si vivrà o se si morirà. Può anche indovinare la durata della degenza ospedaliera di un paziente e se ci sia o meno la possibilità che sia nuovamente ricoverato.

Quindi quanto è accurata veramente l'intelligenza artificiale? Partiamo dal presupposto che quando si parla di probabilità, un punteggio di 1,00 è perfettamente accurato. Un punteggio di 0,50 è invece un 50/50 di possibilità, quindi un'IA che ha un punteggio di 0,50 non è migliore di una scelta assolutamente casuale.

Ecco come l'IA di Google è valutata sui vari risultati:

  • prevedere se un paziente rimarrà a lungo in ospedale: 0,86 (Google) contro 0,76 (metodi tradizionali)
  • prevedere la mortalità ospedaliera: 0,95 (Google) contro 0,86 (metodi tradizionali)
  • prevedere la possibilità di nuovi ricoveri inaspettati dopo che un paziente è stato dimesso: 0,77 (Google) contro 0,70 (metodi tradizionali)

 

"Questi modelli hanno superato in ogni campo i tradizionali e clinici modelli predittivi fino ad ora utilizzati", ha spiegato Alvin Rajkomar di Google. Rajkomar ha detto che gli ospedali che adottano l'intelligenza artificiale potrebbero usarlo per "migliorare le cure" per i pazienti.

19 giugno 2018

Fonte: nypost.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #google #ia #machine learning #salute

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.