Fastweb

Google vuole monetizzare la sua pubblicità offrendo premi a chi visualizza gli annunci

GMail Web & Digital #gmail #email Gmail, come programmare l'invio delle email Gmail celebra il suo quindicesimo compleanno con l'arrivo della programmazione di invio delle e-mail e una migliore intelligenza artificiale
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Google vuole monetizzare la sua pubblicità offrendo premi a chi visualizza gli annunci FASTWEB S.p.A.
Google offre premi per chi visualizza gli annunci
Web & Digital
Premi in-app e sconti per gli utenti Android che guardano fino alla fine gli annunci pubblicitari online

Google sta lanciando un nuovo modo, per gli utenti Android, di guadagnare premi in-app. Secondo la società di ricerca Statista, si prevede che con questa operazione gli acquisti in-app in tutto il mondo raggiungeranno ben 71,7 miliardi di dollari entro il 2020.
La società di Mountain View ha lanciato oggi un nuovo metodo di monetizzazione AdMob in versione beta che consente agli sviluppatori di app di aumentare le entrate condividendo un piccolo introito con la loro base di utenti.

Come ha spiegato 9to5Google, Google ha introdotto il concetto di "annunci premianti" lo scorso marzo, durante la Game Developers Conference 2018, e ha pubblicato la documentazione relativa ai video premiati a schermo intero, dipendenti da SDK, a novembre. Oggi questi documenti sono più ampiamente disponibili.

"Gli sviluppatori utilizzano sempre più metodi per monetizzare le loro app e i loro giochi." - ha scritto Patrick Davis, product manager di Google Play - "Una tendenza è stata quella di premiare gli utenti per un'azione monetizzabile, come guardare un video, con valuta di gioco o altri benefici. Ciò offre agli utenti una scelta più ampia nel modo in cui sperimentano l'app o il gioco, ed è un modo efficace per gli sviluppatori di monetizzare attraverso gli utenti non paganti."

Il concetto dei prodotti in premio – che possono essere implementati sulle app con il Google Play Billing Library e lanciate da Play Console, l'interfaccia di Google per la gestione e la promozione delle app pubblicate su Play Store – funziona in modo semplice: gli utenti guardano una pubblicità e ricevono in cambio un premio in-game o una valuta virtuale.
"Facciamo un esempio: un utente seleziona la voce "guarda il video" sull'app o il gioco in cui è in quel momento. Una volta terminata la visione della pubblicità, all'utente vengono accreditate 100 monete o crediti per continuare a giocare", ha spiegato Davis. "Non ci saranno ulteriori costi o spese. Questo aumenterà significativamente il tasso di apertura di una pubblicità e di conseguenza i guadagni per sviluppatori e aziende."

Gli sviluppatori che utilizzeranno questa funzione dovranno guadagnare più di 10 dollari, prima di poter incassare i guadagni. Al momento l'unico formato previsto è quello video, ma ci sono molte possibilità ancora aperte, per il futuro.

Il lancio degli annunci premianti arriva un giorno dopo che Google ha pubblicizzato gli annunci acquistabili nelle ricerche di immagini, che consente agli inserzionisti di mettere in evidenza prodotti in vendita all'interno di annunci sponsorizzati.

8 marzo 2019

Fonte: venturebeat.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #google #pubblicità.app

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.