Google Meet

Google Meet, arriva la cancellazione del rumore grazie all'AI

L'intelligenza artificiale può rimuovere il suono delle dita sul mouse, il cane che abbaia o qualsiasi altro rumore in sottofondo durante una videochat
Google Meet, arriva la cancellazione del rumore grazie all'AI FASTWEB S.p.A.

Google sta freneticamente cercando di rendersi competitivo nel panorama della messaggistica video, in un momento in cui la pandemia di coronavirus ha portato a un'esplosione della domanda di sistemi per videoconferenze. L'ultima funzionalità di Meet è la cancellazione del rumore intelligente, che può eliminare molti fastidiosi rumori di sottofondo che normalmente si possono incontrare nelle videochiamate.

La funzionalità è stata inizialmente annunciata ad aprile, ma soltanto ora sta iniziando ad essere implementata, e potrebbe richiedere un altro mese per raggiungere l'account di tutti. Serge Lachapelle, direttore della gestione dei prodotti di G Suite, ha rilasciato un'intervista a VentureBeat, spiegando come funziona questa nuova funzione.

"È importante dire che questo progetto ha le spalle forti", ha detto Lachapelle a VentureBeat. "Nel corso degli anni il riconoscimento e il miglioramento dei sistemi di videochat sono stati protagonisti degli investimenti di Google, e gran parte di questo lavoro è stato riutilizzato". Una volta che un'intelligenza artificiale è in grado di rilevare una parola, la stessa tecnologia può rilevare cose che non sono la parola e rimuoverle dall'audio. "Funziona bene sul rumore di una porta che sbatte", ha detto Lachapelle. "Funziona bene sui cani che abbaiano, mentre sui bambini che litigano, così così. In questa fase iniziale stiamo adottando un approccio più morbido, o talvolta non annulleremo tutto perché non vogliamo esagerare e iniziare a cancellare cose che non dovrebbero essere cancellate. A volte è bello percepire un respiro profondo o dei rumori più naturali. Questo progetto andrà avanti per molti anni, per diventare sempre migliore".

Finora Zoom è stato il grande vincitore nella guerra dei servizi di videoconferenza durante la pandemia. La società era pronta a lanciare il prodotto di videoconferenza all'inizio della pandemia e ha visto un aumento nell'utilizzo di 30 volte solo tra dicembre 2019 e aprile 2020. Oltre a supportare molti più partecipanti rispetto alla concorrenza, Zoom è stato un servizio gratuito di livello per anni, mentre la scorsa settimana Microsoft Teams ha aggiunto videoconferenze gratuite e Google Meet si è aperto solo agli utenti non G Suite solo ad aprile. Ora entrambe le società stanno cercando in tutti i modi di raggiungere Zoom.

Al momento, Google è al terzo posto. Entro la fine di aprile, la società ha affermato che Meet aveva 100 milioni di partecipanti giornalieri, una metrica che però conta una sola persona più volte per ogni riunione a cui partecipa. Google ha rilasciato questa metrica il giorno prima che Meet diventasse gratuito per tutti, quindi in pratica contava tutti gli utenti paganti di G Suite. Zoom invece ha tre volte più utenti - la società ha annunciato 300 milioni di partecipanti giornalieri solo in aprile - e anche Microsoft pare abbia battuto Google, avendo colpito 200 milioni di partecipanti su Microsoft Teams nello stesso mese.

La nuova funzionalità di cancellazione del rumore sarà implementata automaticamente sugli account, attivata per impostazione predefinita. Sarà però possibile disattivarla nelle impostazioni. Per ora, la funzione è disponibile solo per gli utenti web, con le versioni iOS e Android che arriveranno qualche tempo dopo.

Fonte: arstechnica.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail