Fastweb

Google Maps testa una funzione social che permette di seguire le guide locali

Google Maps Web & Digital #google maps #google Google annuncia la modalità in incognito per Maps Questa e molte altre feature incentrate sulla privacy
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Google Maps testa una funzione social che permette di seguire le guide locali FASTWEB S.p.A.
Google Maps
Web & Digital
È in corso una fase di test di una funzione di Maps che darebbe la possibilità di "seguire" alcune guide locali

Google Maps inizierà presto a testare una nuova funzionalità simile ai social network come Facebook: la capacità di trovare e seguire altri utenti. Nel caso di Google Maps, si sta implementando la possibilità di seguire le prime "guide locali", ovvero quei membri della community che lasciano recensioni sulle attività e condividono foto e altro, come parte di un programma a premi più ampio.

Il programma Local Guides è stato lanciato nel 2015 come un modo per coinvolgere le élite di Yelp consentendo ai collaboratori di Maps più attivi di guadagnarsi lo status di esperti del gusto per la propria città. Le guide scrivono recensioni più approfondite e pubblicano foto per aiutare gli altri utenti di Google Maps a conoscere l'area. In cambio, ricevono una serie di vantaggi, come accesso anticipato a nuove funzionalità, incontri esclusivi, accesso gratuito ai servizi di Google, sconti e coupon e altro ancora.

Ora Google, sta dando il via a un programma pilota che consentirà agli utenti di Maps in determinati mercati di seguire le principali Guide locali facendo clic su un nuovo pulsante "Segui" nelle pagine del profilo di questi utenti. In questo modo, i consigli delle Guide verranno mostrati quando si utilizza Google Maps. In una nuova sezione della scheda "Per te" nell'app, si troveranno i consigli sull'area delle Guide locali.

Google sta testando il programma a Bangkok, Nuova Delhi, Londra, Città del Messico, New York, Osaka, San Francisco, San Paolo e Tokyo, per il momento. Presumibilmente, se tutto andrà bene, si espanderà presto a più mercati.

La funzione è l'ultima mossa di Google Maps per sorpassare Facebook come prima tappa per scoprire le attività commerciali della zona e tenere il passo con le loro notizie, gli eventi, le proposte e altro. Poco più di un anno fa Google ha implementato una funzione "Segui" per il monitoraggio delle attività commerciali sull'app Maps, che in seguito si è estesa a iOS. Quest'estate Google ha lanciato una serie di strumenti per le attività commerciali locali che hanno permesso loro di aggiornare le loro foto e i loro profili su Google Maps e inviare offerte ai clienti, tutte funzionalità che sfidano le pagine di Facebook. Fino ad ora, però, l'attenzione di Google è stata quella di indurre gli utenti a seguire e interagire con le imprese stesse, non con altri utenti.

Ovviamente, c'è un grosso avvertimento nel programma Local Guides, in termini di utilizzo, come fonte di informazioni commerciali: si tratta infatti di informazioni di crowdsourcing fatte da persone normali, non di critici o revisori professionisti. Ciò significa che la qualità delle recensioni delle Guide locali può essere abbastanza incostante. Nel frattempo, Google sembra più interessato al coinvolgimento e alla quantità di recensioni, piuttosto che alla precisione o alla qualità delle stesse.

Come abbiamo già visto su altri siti, le recensioni delle Guide locali non sono critiche, ma sono semplicemente post non dettagliati sull'attività in questione. Ad esempio, molte recensioni di ristoranti non dicono molto di più di "il cibo è incredibile! non vedo l'ora di tornarci!" o simili. Spesso non sono meglio (e talvolta molto peggio) di altre recensioni degli utenti sull'app Google Maps. Questo non vuol dire che tutte le recensioni delle Guide locali non siano utili - molti si sforzano - ma vedere una recensione etichettata come da una "Guida locale" non indica la qualità della recensione.

Tuttavia, la funzione in arrivo in questi nove mercati di prova si concentrerà maggiormente sulle foto delle Guide locali, piuttosto che sulle loro parole. Nella scheda "Per te" di Google Maps, i loro consigli saranno visualizzati sotto forma di collage fotografici - solo cliccandoci su sarà possibile visualizzare ciò che le guide avranno scritto. L'effetto risulterà simile a Instagram.

La nuova funzione è stata annunciata al vertice annuale delle Guide locali di Google. Qui, Google ha anche condiviso i dati sull'aumento della sua comunità di Guide locali, cresciuta fino a circa 120 milioni di persone in 24.000 città. Ma questa è solo un'altra conferma che l'azienda celebra la crescita degli utenti, ma non necessariamente con un occhio di riguardo alla qualità delle recensioni. Sfortunatamente, se non ci si può fidare che tutte le Guide locali offrano recensioni convincenti, dettagliate ed eque, le persone non le considereranno di interesse e non saranno costrette a "seguire" nessuno qui per quel tipo di raccomandazioni.

Google non ha rivelato quando la funzione "Segui" verrà lanciata nei test pilota in questi mercati, ma solo che sarebbe arrivata "presto".

19 novembre 2019

Fonte: techcrunch.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #google maps #yelp

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.