Fastweb

Google, mail più dinamiche con AMP per email

tracciamento email Web & Digital #email #pixel tracking Tracciamento e-mail, come funziona, quali pericoli Utilizzando la tecnica del pixel tracking i client di posta elettronica sono in grado di localizzare la posizione dell'utente e scoprire quando un'e-mail è stata letta
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Google, mail più dinamiche con AMP per email FASTWEB S.p.A.
Gmail
Web & Digital
Google lancia l'innovativo AMP for Emails e cambia per sempre il modo di concepire una email

Google oggi ha ufficialmente lanciato AMP per e-mail, il suo sforzo per trasformare le e-mail da semplici documenti statici in esperienze dinamiche simili a pagine web. AMP per email è in arrivo su Gmail, ma anche altri importanti provider di posta elettronica come Yahoo Mail, Outlook e Mail.ru supporteranno questo servizio.

È ormai passato più di un anno, da quando Google ha annunciato questa iniziativa. Anche per gli standard di Google, si tratta di una lunga fase di incubazione, sebbene ci sia un sacco di lavoro di back-end necessario per far funzionare questa feature.

La promessa di AMP for Emails è che trasformerà semplici messaggi in una superficie attiva. "Negli ultimi dieci anni, le nostre esperienze web sono cambiate enormemente, passando da contenuti statici flat a app interattive, eppure l'e-mail è rimasta sostanzialmente invariata, con messaggi statici che alla fine non sono aggiornati o sono semplicemente un lancio per effettuare un'attività più complessa", scrive il product manager di Gmail Aakash Sahney. "Per agire, di solito bisogna cliccare su un link, aprire una nuova scheda e visitare un altro sito web."

Con AMP per e-mail, questi messaggi diventano interattivi. Ciò significa che sarà possibile rispondere a un evento direttamente dal messaggio, compilare un questionario, consultare l'inventario di un negozio o rispondere a un commento, il tutto senza lasciare il proprio client di posta elettronica basato sul Web.

Alcune delle aziende che già supportano questo nuovo formato sono Booking.com, Despegar, Doodle, Ecwid, Freshworks, Nexxt, OYO Rooms, Pinterest e redBus. Se ricevete regolarmente email da queste aziende, è probabile che ne riceverete una interattiva nelle prossime settimane.

Per gli sviluppatori, il supporto di questo formato dovrebbe essere abbastanza semplice, specialmente se questi hanno già precedenti esperienze con la creazione di pagine AMP. Il formato supporta molte delle famose funzionalità di markup AMP, tra cui caroselli, moduli ed elenchi. Vale anche la pena notare che questi messaggi includono ancora il markup HTML standard come ripiego per i client di posta elettronica che supportano AMP.

Fin dal suo primo annuncio, Google ha anche creato un certo numero di partner che supporteranno AMP sulle loro piattaforme. Questi includono la piattaforma di distribuzione e analisi e-mail SparkPost, lo strumento di progettazione e marketing di e-mail Litmus, Twilio Sendgrid e gli strumenti di e-mail marketing SES e Pinpoint di Amazon.

Nonostante tutto, però, AMP rimane in qualche modo controverso, dal momento che crea un nuovo markup e un'infrastruttura che non sarebbero necessari se gli sviluppatori avessero creato siti Web più veloci e più semplici. Portare questa funzione alla posta elettronica, che nonostante tutti i suoi difetti rimane uno dei pochi formati che funziona in modo affidabile su tutti i fornitori e client, non sarà visto di buon occhio da tutti. I marketer, tuttavia, sono tenuti ad amarlo, e dubitiamo che la maggior parte degli utenti si preoccuperà troppo, se questo servirà a velocizzare il lavoro.

27 marzo 2019

Fonte: techcrunch.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #email #google

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.