Google Foto

Google Foto, ora si possono taggare manualmene i volti 

Google Foto si aggiorna con una serie di interessanti novità riguardanti il tag dei volti
Google Foto, ora si possono taggare manualmene i volti  FASTWEB S.p.A.

Alcuni mesi fa, il responsabile di Google Foto, David Lieb, ha rivelato che il sistema per la taggatura manuale dei volti era sulla roadmap del nuovo aggiornamento dell'app. Fino alla settimana scorsa non vi erano novità, ma ora gli sviluppatori XDA sono riusciti a trovarla nascosta in Photos v4.32 e ad abilitarla. 

Chi sperava che la funzione consentisse di puntare su qualsiasi area di un'immagine e aggiungere un tag ad essa, rimarrà deluso. L'etichettatura facciale si basa ancora sull'algoritmo di Google e sulla sua capacità di rilevare il volto di una persona o di un animale domestico. Quindi, se avete una foto con solo una parte di un viso o una silhouette, o qualsiasi altra foto in cui il viso di una persona non è immediatamente riconoscibile, non sarà possibile taggarla.

Dove funzionano i tag manuali

Considerando questa limitazione, è facile comprendere che i tag manuali funzioneranno solo quando Google rileverà un volto in un'immagine. Sia che il volto sia collegato a un profilo di persone già creato in Foto o che sia un volto recentemente riconosciuto le cui foto non sono ancora state raggruppate, sarà possibile accedere alla funzione e modificare, nominare o aggiungere un nuovo tag.

Come taggare manualmente un volto

Aprite Google Foto, cercate qualsiasi immagine contenente persone o animali domestici e scorrete verso l'alto o toccate i tre puntini in alto a destra. Questo farà apparire il pannello aggiornato con la sezione Persone, gli avatar delle persone riconosciute e un'icona di modifica sulla destra. Se non vedete l'icona a forma di penna, probabilmente è perché la funzione non è stata ancora implementata, mentre se non vedete l'intestazione Persone, probabilmente è perché Google non ha rilevato un volto in quella particolare immagine.

Toccate l'icona di modifica e arriverete ad una schermata con la foto in alto, le miniature delle persone taggate al di sotto di essa e i volti che sono disponibili sotto di essa. Scegliete i volti senza tag, toccandoli sull'immagine o nelle miniature e sarete in grado di aggiungerli al gruppo o crearne uno nuovo con il segno "più" in alto a destra.

Ci sono alcuni vantaggi che vale la pena evidenziare:

  • Se avete appena scattato una o due foto di una nuova persona, Fotos non creerà un gruppo di persone per loro. Di solito il sistema aspetta che ce ne siano un po' di più, prima di farlo. Ora potete taggare qualcuno fin dalla prima immagine.
  • Se Google non avesse raggruppato correttamente alcune foto, potrete unirle nel profilo principale. Si tratta di un ulteriore modo, forse più semplice, per farlo.
  • Se l'immagine è di un folto gruppo di persone senza tag, potrete facilmente assegnare nomi a tutti in un colpo solo, invece di andare su ciascun profilo e rinominarle.

 

Come modificare una faccia già taggata

Il chiaro vantaggio di questa funzione entra in gioco quando ci rendiamo conto di dover deselezionare e ri-taggare un volto. Quando ad esempio si fotografano due gemelli, animali simili o bambini che si assomigliano, o magari semplicemente abbiamo sbagliato il tag, da oggi sarà possibile modificarli. È ora di iniziare a scavare tra le migliaia di foto e fare un po' di pulizia! Tuttavia, non sappiamo se farlo migliorerà l'algoritmo di riconoscimento facciale e aiuterà a evitare confusioni in futuro.

Taggare i volti speculari nella stessa immagine

Un altro divertente effetto collaterale di questa funzione è la possibilità di taggare rapidamente tutte le immagini speculari della stessa persona in una foto. Una foto in una stanza piena di specchi, o una caleidoscopica? Basterà assegnare tutte le anteprime ad un viso per evitare la creazione di un profilo speculare di se stessi basato su queste immagini.

Un buon modo per mostrare e rimuovere i volti nascosti

Quando partecipate ad un evento pubblico e fate delle foto, è probabile che finirete con tonnellate di profili su Foto per le persone in background. Lo stesso potrebbe accadere se scattate foto di oggetti statici, come una statua o qualcuno su un poster (il museo di Madame Tussauds ad esempio, manda un po' in confusione Google Foto). In questi casi, è possibile nascondere il profilo per evitare che ostruisca la sezione Persone nell'app.

Con la codifica manuale, si possono vedere rapidamente quali sono quei volti nascosti e rimuoverli, per eliminare completamente il gruppo di volti (nascosto o meno) creato da Foto. Si potrebbe fare anche nascondendo ciascuna faccia quindi aprendola e scegliendo Rimuovi risultati dal menu di overflow, ma questo è un modo più veloce per arrivarci.

La taggatura manuale dei volti è una funzione attesa da tempo su Google Foto. Per quegli utenti che avevano tag errati e non potevano correggerli o quelli che non sapevano come aggiungere tag, rinominarli o unirli, la funzionalità è più semplice da usare rispetto a tutto ciò che era precedentemente disponibile. Avrete solo bisogno di ricordare come arrivarci.

Se non avete ancora la codifica manuale del viso in Foto v4.32.1, siate pazienti. Si tratta di un aggiornamento sul lato server, e probabilmente richiederà del tempo per raggiungere tutti.

28 novembre 2019

Fonte: androidpolice.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail