Google Earth

Google Earth, arrivano le stories e le mappe personalizzate

Google apre la funzionalità di crezione di contenuti su Earth al pubblico, con un focus dedicato all'educazione
Google Earth, arrivano le stories e le mappe personalizzate FASTWEB S.p.A.

Google Earth sta apportando una novità significativa al suo prodotto, con l'aggiunta di strumenti di realizzazione di contenuti, che consentono a chiunque di creare mappe e storie sulla piattaforma. La funzione è un'espansione del programma Voyager, lanciato nel 2017, che ha poi introdotto visite guidate da parte di narratori, scienziati e organizzazioni no profit, come BBC Earth, Jane Goodall, Sesame Street e NASA.

Questi tour hanno combinato testo e immagini, tra cui Street View e video a 360 gradi, per immergere gli spettatori negli habitat di tutto il mondo, dove potevano esplorare e imparare.

I nuovi strumenti di creazione di contenuti offrono funzionalità simili, inclusa la possibilità di selezionare tra le foto di Street View e le viste 3D della terra quando si racconta la propria storia. Si può anche aggiungere un segnaposto, linee, forme, foto e video e scrivere il testo in un editor, creare schermate per titoli, diapositive, presentazioni a schermo intero e altro ancora.

Le storie risultanti potranno essere organizzate in narrazioni, che porteranno gli utenti da un posto all'altro mentre guardano la presentazione. Gli strumenti supportano anche la collaborazione e le storie finali possono essere condivise con altri tramite l'integrazione di Google Drive. Ciò potrebbe consentire ad un gruppo di educatori, ad esempio, di lavorare insieme per costruire tour a completamento dei loro piani di lezione.

I primi utenti hanno utilizzato questi strumenti di creazione per costruire mappe che mostrano un fiume in pericolo, una spedizione antartica, o per offrire un tour 3D dell'architettura rinascimentale in Italia, tra le altre cose. 

È chiaro che l'utilizzo di questa funzione sia principalmente destinata all'educazione, poiché gli strumenti consentono agli insegnanti di costruire storie per dare vita alle lezioni e dare agli studenti uno sguardo ravvicinato ai luoghi che stanno imparando. Alcuni potranno però verosimilmente scegliere di utilizzare gli strumenti per cose di natura più personale, come l'ispirazione per un viaggio o la creazione di itinerari ideali, per esempio.

Quando Google ha lanciato la sua piattaforma Voyager nel 2017, ha anche aggiornato Google Earth per i browser Web più moderni, il che significa che ora può essere eseguito come app Web in Google Chrome.

Tutto questo si lega alla più grande spinta di Google per i Chromebook in classe, un'area in cui compete anche con Apple e Microsoft. Con gli strumenti di creazione di Google Earth collegati a Google Drive, Google ha aggiunto un altro vantaggio competitivo per i propri prodotti. Ma resta da vedere se gli insegnanti adotteranno effettivamente questi strumenti su larga scala. Molti tour creati professionalmente sono già disponibili, dopo tutto, tramite Voyager. E mentre la creazione è abbastanza semplice, è anche dispendioso in termini di tempo trovare foto e video giusti, aggiungere luoghi e scrivere un testo.

Una delle preoccupazioni è che, aprendo gli strumenti di creazione al pubblico, Google Earth potrebbe invitare tacitamente i creatori di spam e di altri contenuti inappropriati a comparire su una piattaforma spesso utilizzata dai bambini in classe. Google afferma di aver creato sistemi di rilevamento automatizzato, inclusi modelli di apprendimento automatico, che possono comunque aiutarlo a trovare e rimuovere i contenuti che violano le norme.

Google permette, inoltre, agli utenti, di contrassegnare tali contenuti in modo da poter condurre revisioni manuali e agire. E l'attribuzione dell'utente è ben visibile sul contenuto, in modo che tutti possano vedere le informazioni sull'autore. Ripetute violazioni potrebbero vedere l'utente bandito dall'ulteriore creazione di contenuti.

Gli strumenti di creazione sono ora disponibili nell'app Web di Google Earth e i progetti possono essere visualizzati su dispositivi mobili e tablet utilizzando l'app mobile di Google Earth per iOS e Android, afferma Google.

25 novembre 2019

Fonte: techcrunch.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail