Fastweb

Google Docs e il nuovo correttore grammaticale

Cervello Web & Digital #intelligenza artificiale #machine learning Un algoritmo trasforma i segnali del cervello in discorsi Grazie all'Intelligenza Artificiale sarà possibile trasformare i pensieri i segnali del cervello in discorsi? Un nuovo studio lo conferma
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Google Docs e il nuovo correttore grammaticale FASTWEB S.p.A.
Google Docs
Web & Digital
Correttore grammaticale migliorato con l'intelligenza artificiale per Google Documenti

Google Docs è finalmente dotato di una funzione di controllo grammaticale che consentirà di distinguere parole simili (come "affetto" ed "effetto"), individuare tempi verbali scorretti, diminuire l'uso improprio di virgole e altro ancora.
Google afferma che il nuovo correttore si baserà sul sistema di traduzione automatica, stessa tecnologia che viene già utilizzata per tradurre da più lingue, ma anziché tradurre direttamente da una lingua ad un'altra, interpreterà il testo per fornire passaggi grammaticali più corretti.

I dettagli sulle funzionalità e le capacità del nuovo correttore grammaticale e del suo funzionamento tramite AI sono ancora limitati, al momento. Tutto quello che si sa è che Google, quando si parla di traduzione automatica, sembra non avere eguali e l'azienda, già due anni fa, affermava che la tecnologia si stava avvicinando ai livelli di accuratezza umana. Ha quindi senso che Google utilizzi questa tecnologia già consolidata come base di sviluppo della nuova funzione.

Detto ciò implementare un correttore grammaticale con l'intelligenza artificiale non è un'idea che si sente per la prima volta, infatti Grammarly, uno dei principali concorrenti, utilizza "un sofisticato sistema di intelligenza artificiale" per analizzare ogni frase.

La funzione di controllo grammaticale però non sarà disponibile per tutti sin da subito, infatti come spesso accade ci sarà un rilascio graduale prima per gli utenti aziendali, e dovrà essere proprio l'amministratore della società ad abilitarlo per gli altri utenti che volessero testarlo. Per questi, l'aggiornamento potrebbe essere disponibile da oggi.
Google non ha rivelato quando questa funzione sarà disponibile per gli account privati né quante lingue saranno supportate al lancio.

Oltre alla funzione di controllo grammaticale, Google ha anche annunciato la funzione Smart Compose all'interno di Gmail per i clienti business. Questa nuova funzione servirà a completare automaticamente le frasi in base al contesto della mail ed è stata rilasciata come "feature sperimentale" a maggio scorso.
Google ha infine annunciato che quest'ultima funzione verrà messa a disposizione degli utenti G Suite nelle prossime settimane.

25 luglio 2018

Fonte: theverge.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #google docs #machine learning #intelligenza artificiale

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.