Google abbandona WebKit per Blink

Google abbandona WebKit per Blink

Il nuovo motore di rendering in fase di test sulla pagina di Chromium ed aperto a sviluppatori che vogliano prendere parte al progetto
Google abbandona WebKit per Blink FASTWEB S.p.A.

 

Google ha annunciato ufficialmente l’addio a WebKit, , il motore di rendering attualmente utilizzato da Chrome, per passare ad uno nuovo Blink, creato da Big G stesso.

Il motivo? WebKit ha rallentato lo sviluppo a causa del differente metodo di caricamento delle pagine utilizzato da Chrome rispetto ad altri browser che sfruttano lo stesso motore di rendering (tra questi Safari di Apple).

Google ha così sintetizzato nel comunicato: “Crediamo che avere più motori di rendering – così come avere più browser – aumenterà l’innovazione e migliorerà l’intero ecosistema del web aperto».

Per ora Blink è in fase di test sulla pagina di Chromium ed è aperto a sviluppatori che vogliano prendere parte al progetto.

Opera, intanto, ha annunciato di voler collaborare alla realizzazione del nuovo motore di rendering, ma altri potrebbero seguire la stessa strada per potenziare il proprio utilizzo soprattutto su dispositivi mobili.

4 aprile 2013

Fonte: gizmodo.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail