GitHub Sponsors

GitHub lancia Sponsors, per sovvenzionare gli sviluppatori open source

Un nuovo strumento disponibile in tutti i Paesi in cui GitHub svolge la propria attivitā
GitHub lancia Sponsors, per sovvenzionare gli sviluppatori open source FASTWEB S.p.A.

GitHub oggi ha lanciato Sponsors, un nuovo strumento che consente di fornire supporto finanziario agli sviluppatori open-source tramite pagamenti mensili ricorrenti. Gli sviluppatori potranno optare per avere un pulsante "Sponsorizzami" sui loro profili GitHub accanto ai loro progetti open source, e saranno anche in grado di mostrare i loro modelli di finanziamento preferiti, indipendentemente dal fatto che si tratti di contributi individuali agli sviluppatori o di utilizzo di Patreon, Tidelift, Ko-fi o Open Collective.

"La mission, qui", dice GitHub, "è quella di espandere le opportunità di partecipare e costruire sull'open source".

Alcuni sviluppatori open source trovano controverso, il fatto che i interessi finanziari possano influenzare ciò su cui lavoreranno. E potrebbe esserci del vero, in questo ragionamento, in quanto ciò potrebbe spingere gli sviluppatori open source a concentrarsi su progetti che hanno maggiori probabilità di attirare contributi finanziari, anziché su cose che maggiormente interessanti sotto il profilo professionale ma che probabilmente non troverebbero finanziatori su GitHub. "Oggi, gli sponsor su GitHub verranno lanciati in beta proprio per anticipare tali preoccupazioni", ha riferito un portavoce di GitHub alla richiesta di commenti. "Attraverso questa beta stiamo ascoltando attivamente le richieste degli sviluppatori open source. Vogliamo capire meglio come si evolve il programma e come possiamo ridimensionare il suo quadro, per consentire a tutti di partecipare".

Il programma è aperto solo agli sviluppatori open source. Durante il primo anno di partecipazione, GitHub (e per estensione, i suoi proprietari aziendali in Microsoft) corrisponderà anche 5000 dollari in contributi. Per i prossimi 12 mesi, GitHub non addebiterà alcuna commissione di elaborazione dei pagamenti (anche se lo farà dopo che questo periodo sarà terminato).

GitHub riferisce che gli sviluppatori saranno in grado di impostare più livelli di sponsorizzazione, con vantaggi che possono essere impostati anche dallo sviluppatore stesso. Non è poi così diverso, quindi, dalla sponsorizzazione di uno streamer Twitch, ad esempio, con pagamenti mensili e vantaggi speciali a seconda di quanto si paga.

I pagamenti saranno disponibili in tutti i Paesi in cui GitHub svolge la propria attività. "L'espansione delle opportunità di partecipazione è al centro della nostra mission, quindi siamo orgogliosi di rendere questo nuovo strumento disponibile per gli sviluppatori di tutto il mondo", afferma la società.

Vale la pena notare che non si tratta solo di codice e sviluppatori, ma tutti i contributor open source, inclusi quelli che scrivono documenti o forniscono altre tipologie di servizi. Finché hanno un profilo GitHub, saranno idonei a ricevere anche il supporto.

Per fare in modo che funzioni, GitHub sta lanciando anche una hovercard "Community Contributors" per evidenziare le persone che hanno creato il codice da cui dipendono le applicazioni, ad esempio. Sarà sicuramente interessante vedere come reagirà la community a Sponsors. L'idea non è completamente nuova, ovviamente, e ci sono progetti come Beerpay che si integrano già con GitHub. Tuttavia, la via tradizionale per ottenere un compenso per l'open source è trovare un lavoro presso un'azienda che ti consenta di contribuire ai progetti, sia come un lavoro a tempo pieno.

Oltre a Sponsors, GitHub sta anche lanciando una serie di nuove funzionalità di sicurezza. La società ha annunciato oggi di aver acquisito Dependabot, ad esempio, uno strumento che garantisce che i progetti utilizzino le librerie più aggiornate. GitHub Enterprise sta migliorando le funzionalità di controllo, che sono ora disponibili in maniera più semplice, e i manutentori ora avranno un accesso beta a uno spazio privato per discutere dei potenziali problemi di sicurezza, in modo che le loro chat pubbliche non siano a disposizione di potenziali hacker. GitHub sta inoltre effettuando la scansione dei token nella disponibilità generale, cosa che ha lo scopo di impedire agli sviluppatori di divulgare accidentalmente le proprie credenziali da servizi come Alibaba Cloud, Amazon Web Services, Microsoft Azure, Google Cloud, Mailgun, Slack, Stripe e Twilio.

Anche la versione enterprise di GitHub sta ricevendo alcuni aggiornamenti, tra cui autorizzazioni più dettagliate già disponibili. Sono disponibili ovunque, inoltre, anche account Enterprise, nonostante le nuove funzionalità come i repository interni e le informazioni organizzative siano ancora in fase beta.

24 maggio 2019

Fonte: techcrunch.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail