Antonello Soro

Garante Privacy, i big del Web condizionano gli utenti

Nella sua relazione annuale, Antonello Soro parla del rapporto tra Internet e la privacy e critica l'uso della violenza verbale online
Garante Privacy, i big del Web condizionano gli utenti FASTWEB S.p.A.

Internet ha potenzialità straordinarie, ma ''l'utente può essere inconsapevolmente guidato nelle scelte, nel momento in cui la possibilità di fruizione o di accesso al web si realizza entro perimetri definiti dai maggiori operatori della rete che possono liberamente decidere la gerarchia delle notizie e di cosa è degno di essere riportato''. E' il monito del Garante privacy, Antonello Soro, nella Relazione annuale al Parlamento, con chiaro riferimento a Google e Facebook in particolare. 

Per il Garante, ''è difficile parlare di libertà della Rete sino a quando non saranno pienamente conosciuti e condivisi i criteri utilizzati per indicizzare i contenuti e, dunque, condizionare i risultati delle ricerche. Ognuno di noi, in sostanza, rischia di trovare online quello che altri decidono di fargli trovare, una conoscenza parziale e uno sguardo incompleto sulla realtà. Così l'illusione delle facili socializzazioni nel mondo digitale può tradursi, in realtà, in forme nuove di solitudine e di chiusura verso l'esterno''.

"L'integrazione compiuta tra le diverse forme di comunicazione, l'esposizione delle nostre biografie in un contenitore spaziale e temporale infinito incidono sull'individuo e sulla società, mutandone caratteri, forme, abitudini, e riducono, fino ad eliminarla, la distinzione tra identità reale e identità digitale. Basta pensare all'Internet delle cose, alle geolocalizzazioni, alla videosorveglianza capillare, alla trasformazione degli spazi urbani in ambienti intelligenti  (le cosiddette smart city)".

"Ciascuno di noi - ha ricordato Soro - riversa ogni giorno, non sempre consapevolmente, i propri dati in Rete che, con il cloud vengono anche trasferiti su sistemi la cui ubicazione e spesso ignota. Se è indubbiamente vantaggioso che le informazioni siano sempre disponibili e facilmente accessibili attraverso dispositivi diversi, quali smartphone e tablet, mantenere il controllo dei propri dati può essere impossibile. Tanto più nel momento in cui la nostra presenza è tracciata non solo online, ma nella vita di tutti i giorni, destinata ormai a trasformarsi in una realtà digitalizzata che registra i nostri spostamenti e le nostre abitudini. Internet è entrato a far parte stabilmente della nostra vita, è diventato ambiente". "Nuovi spazi di visibilità si aprono - ha concluso Soro - ed interi spaccati delle nostre quotidianità rischiano di essere proiettati in un mondo in cui ognuno si trasforma in un piccolo 'grande fratello': si pensi a Google Glass e alle applicazioni del riconoscimento facciale".

Infine il Garante si scaglia contro il linguaggio violento online: ''Non possiamo più essere indulgenti con la violenza verbale presente nella rete''. Soro dice basta agli ''illeciti, tutt'altro che di opinione!'' che '' rischiano di rendere la rete, da potente strumento di democrazia, spazio anomico dove si può impunemente violare i diritti''. Il Garante nota come nelle piazze virtuale ''in molti, troppi casi l'opinione dissenziente si trasformi in offesa, la critica tracimi nell'oltraggio''. E così la rete ''puo' essere utilizzata come canale di propagazione di ingiurie, minacce, piccole o grandi vessazioni, fondate sull'orientamento di genere o dirette contro le donne in quanto tali ovvero le minoranze etniche o religiose:  con conseguenze a volte drammatiche''. 

11 giugno 2013

La Redazione
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail