Firefox

Firefox bloccherà i software di Ad tracking

Continua la guerra del browser al settore pubblicitario più aggressivo per tutelare la privacy dei suoi utenti
Firefox bloccherà i software di Ad tracking FASTWEB S.p.A.

Mozilla sta prendendo una posizione coraggiosa contro le più insidiose pratiche pubblicitarie sul web con un annuncio oggi che il suo browser Firefox bloccherà di defalult  i tracker web. La mossa, che comporterà una serie di aggiornamenti nel corso dei prossimi mesi, è uno degli approcci più proattivi mai utilizzati per proteggere la privacy dei consumatori.

"Sarebbe difficile spiegare a chiunque non sia un esperto di Internet, come funziona effettivamente il tracciamento sul web", si legge nell'annuncio pubblicato sul blog di Mozilla. "Alcuni degli effetti negativi del monitoraggio non controllato sono facili da notare, vale a dire pubblicità mirata e stranamente specifica e una perdita di prestazioni sul web. Tuttavia, molti dei danni della raccolta dei dati non controllata sono completamente sconosciuti agli utenti e persino agli esperti".

Mozilla dice che in futuro i web tracker saranno disabilitati di default, e gli utenti di Firefox avranno una serie di controlli per scegliere quali informazioni condividere con quali siti web. Oltre a proteggere la privacy dei consumatori, Mozilla descrive la decisione come un modo per migliorare anche le prestazioni, poiché molti web tracker aumentano i tempi di caricamento delle pagine. L'organizzazione cita uno studio Ghostery del maggio di quest'anno che ha rilevato che più del 50% di tutto il tempo trascorso a caricare pagine Web era dedicato al caricamento di tracker di terze parti progettati per seguire gli utenti sul Web, raccogliere dati e consegnarli agli inserzionisti.

L'approccio di Mozilla sarà triplice. Inizierà studiando gli effetti dei tracker sui tempi di caricamento delle pagine: a partire dal mese prossimo renderà tale funzione attiva in Firefox 63 se si dimostrerà efficace nel migliorare le prestazioni. Inoltre, "bloccherà i cookie e bloccherà l'accesso allo storage dai contenuti di tracciamento di terze parti", una mossa che testerà anche a settembre con gli utenti beta prima di implementarlo in Firefox 65, che è previsto nei prossimi mesi. Entrambe queste funzionalità sono disponibili oggi per gli utenti di Firefox Nightly, che è il canale di anteprima pubblico del browser per le nuove funzionalità.

Il terzo approccio che Mozilla sta prendendo è quello di bloccare di default pratiche più nuove e più difficili da rilevare come il fingerprinting, che rileva il tipo di dispositivo che un utente sta usando senza che lui se ne accorga o il suo consenso e script di crittografia che sfruttano la potenza di calcolo in eccesso su un dispositivo per generare segretamente valuta digitale.

Questa non è la prima volta che Mozilla si è opposta all'industria della pubblicità sul web. L'organizzazione ha bloccato gli annunci pop-up nella prima versione pubblica di Firefox nel 2004. Nel corso degli anni, Mozilla ha implementato funzionalità progettate per promuovere la privacy dei consumatori e ridurre le pratiche che considera dannose per l'open Web, in particolare il blocco massivo di annunci e tracker in modalità di navigazione privata a partire dal 2015.

All'inizio di quest'anno, Mozilla ha rilasciato uno strumento per impedire a Facebook di monitorare il comportamento online in seguito allo scandalo sulla privacy dei dati di Cambridge Analytica. Lo stesso mese, ha anche dato agli utenti il ??controllo delle noiose notifiche di pop-up web.

"Alcuni siti continueranno a volere dati utente in cambio di contenuti, ma ora dovranno chiederlo, un cambiamento positivo per le persone che fino ad ora non avevano idea dello scambio di valore che erano stati chiamati a fare", si legge più di Mozilla recente annuncio. "Bloccare gli annunci pop-up nella versione originale di Firefox è stata la mossa giusta nel 2004, perché non solo ha reso più felici gli utenti di Firefox, ma ha dato alle piattaforme pubblicitarie dell'epoca un motivo per preoccuparsi dell'esperienza dei propri utenti. Nel 2018, speriamo che i nostri sforzi per potenziare i nostri utenti avranno lo stesso effetto ".

31 agosto 2018

Fonte: theverge.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai notizie e approfondimenti sul
mondo del Cloud, della Sicurezza e della
Digital Transformation!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail