Fastweb

Energia dal calore del corpo: una rivoluzione per i dispositivi indossabili

smartwatch da donna Smartphone & Gadget #smartwatch #guide acquisto I migliori smartwatch da donna Da Apple, passando per Fossil fino ad arrivare a Samsung e Fitbit, sono diverse le aziende che producono smartwatch femminili. Ecco i migliori sul mercato
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Energia dal calore del corpo: una rivoluzione per i dispositivi indossabili FASTWEB S.p.A.
Energia dal calore del corpo
Web & Digital
Un team di ricercatori ha sviluppato un nuovo dispositivo indossabile che raccoglie energia dal calore del corpo

Dispositivi elettronici e durata della batteria, un'annosa questione che potrebbe essere risolta da nuovi dispositivi indossabili che sono ora in grado di ricaricarsi raccogliendo energia da una fonte vicina e sempre disponibile: il calore del corpo umano. Ma mentre i dispositivi flessibili sono più confortevoli da indossare, non sono sempre efficaci ad assorbire il calore quanto quelli rigidi.

Oggi, un team di ricercatori dell'Università del North Carolina ha sviluppato un sistema che utilizza componenti di metallo liquido, che non solo rendono il dispositivo flessibile, ma anche efficiente e autoricaricabile.
I dispositivi termoelettrici possono essere: smartwatch, braccialetti, patch per t-shirt, etc. I device più robusti, generalmente, performano meglio di quelli flessibili, ma questi ultimi hanno il vantaggio di poter essere a contatto con la pelle, oltre che essere più comodi da indossare.

"Abbiamo progettato un dispositivo termoelettrico flessibile in grado di assorbire energia, che non è vincolato dalla qualità dei materiali come i device rigidi, ma fornisce la stessa, se non migliore, efficienza", spiega Mehmet Ozturk, autore dello studio.

Ecco quindi che il team dell'Università statunitense ha progettato questo dispositivo flessibile, efficiente come un sistema rigido, utilizzando materiali attivi. Per connettere le sezioni tra gli elementi termoelettrici, il team ha realizzato un materiale sicuro composto da un mix di metalli liquidi chiamato E.Ga.In., formato da gallio e indio. Questa lega ha un'alta resistenza elettrica, cosa che lo rende molto efficiente nel generare energia.

"Utilizzare metalli liquidi aggiunge inoltre una funzione di auto-riparazione: se una connessione si rompe, il metallo liquido la riconnette, garantendo così l'efficienza del device", dice Ozurk. "I dispositivi rigidi non sono in grado di ripararsi da soli."

Il prossimo passo del team è di migliorarne l'efficienza modificando materiali e metodi per eliminare le parti che potrebbero succhiare troppa energia. La squadra di ricercatori ha brevettato il progetto, ed un documento che ne descrive il lavoro è stato pubblicato sul giornale Applied Energy.

28 giugno 2017

Fonte: newatlas.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #energia #wearable

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.