Drone in volo

ll taxi-drone di Ehang Ŕ quasi pronto

L'azienda ha condotto oltre mille test flight con passeggeri a bordo, saliteáverticaliádi circa 300 metri, proveádi peso di circa 230 chili, distanze di 15 km eávelocitÓ di crociera fino a 130 km/h
ll taxi-drone di Ehang Ŕ quasi pronto FASTWEB S.p.A.

Due anni fa, i produttori di droni Ehang, arrivarono al CES di Las Vegas per promettere la costruzione di un drone quadricottero autonomo ed in grado di rivoluzionare la mobilità, grazie alla possibilità di trasportare passeggeri.

Furono in molti, a non credere all'annuncio, ed alcuni si chiesero anche se fosse addirittura realizzabile. Oggi quella stessa azienda ha rilasciato un filmato dei suoi primi testi di volo condotti in Cina.

Il quadricottero, denominato Ehang 184, ha superato brillantemente tutti i test degli ultimi mesi. L'azienda ha condotto oltre mille voli di prova con passeggeri a bordo, tra cui una salita verticale di circa 300 metri, una prova di peso trasportando circa 230 chili, un volo di prova di 15 km ed una a velocità di crociera fino a 130 km/h.

Gli ingegneri di Ehang hanno testato il 184 anche in condizioni atmosferiche avverse, tra cui calore elevato, nebbia intensa, test notturni e anche durante un tifone di categoria 7 con vento fortissimo. Sembra che il presidente di Ehang abbia accolto la sfida  dello scetticismo generale e abbia deciso di rispondere ad esso con dati effettivi.

"Quello che stiamo facendo non è uno sport estremo, la sicurezza di ogni passeggero viene sempre al primo posto", ha dichiarato il fondatore e CEO dell'azienda, Ehang Huazhi Hu. "Ora che abbiamo testato con successo Ehang 184 sono davvero entusiasta di vedere cosa ci riserverà il futuro in termini di mobilità aerea."

La parola chiave, quindi, è "mobilità", come spesso accade con questo tipo di imprese. Ehang vorrebbe mettere il suo quadricottero in uso come un taxi aereo, facendo volare i passeggeri in percorsi aerei urbani.

Secondo quanto dichiarato, l'Ehang 184, totalmente elettrico, può trasportare un singolo passeggero fino a 15 km di distanza o circa 23 minuti di volo.

Il passeggero non piloterà, ma si godrà semplicemente il viaggio. L'azienda dichiara che il suo velivolo è in grado di decollare autonomamente, percorrere la rotta, percepire eventuali ostacoli ed atterrare. E semmai qualcosa dovesse andare storto, un pilota umano potrà sempre intervenire da remoto.

Ehang vede le corse su drone come una opzione di trasporto per persone facoltose, almeno come prima fase di mercato. Solo dopo che velivoli e rotte saranno ben consolidate, i prezzi potranno abbassarsi.

Nonostante i primi voli abbiano avuto successo, Ehang conferma di essere a lavoro per migliorare ulteriormente i velivoli. Tra le varie modifiche, infatti, l'azienda sta testando un drone a due posti, con carico utile fino a 280 kg.

Ehang ha dimostrato che il suo drone per trasporto passeggeri può volare, il che non è un'impresa da poco. Ma provare che questo possa divenire un vero e proprio servizio di taxi aereo è una sfida completamente diversa, ed è attualmente una "corsa all'oro" che vede impegnate moltissime multinazionali americane. Ehang vuole dimostrare loro di essere parte di questo gioco. 

6 febbraio 2018

Fonte: theverge.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai notizie e approfondimenti sul
mondo del Cloud, della Sicurezza e della
Digital Transformation!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail