Fastweb

Delude il biopic sulla vita di Steve Jobs

mac pro 2019 Smartphone & Gadget #mac pro #apple Mac Pro 2019, caratteristiche e prezzo Alla convention dedicata agli sviluppatori, Apple ha presentato il nuovo Mac Pro accompagnato dallo schermo Pro Display XDR da 32 pollici. Scopriamoli insieme
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Delude il biopic sulla vita di Steve Jobs FASTWEB S.p.A.
jOBS
Web & Digital
Presentato al Sundance, il biopic sulla vita del fondatore di Apple ha suscitato polemiche. Soprattutto da parte dell'amico e collega Steve Wozniack

 

Presentato come evento di chiusura al Sundance 2013, festival del cinema indipendente americano ideato da Robert Redford, jOBS, il film biografico sulla vita di Steve Jobs con Ashton Kutcher, pare non abbia convinto nessuno.

Atteso e temuto da fan e cinefili, jOBS aveva tutti gli occhi addosso. La morte del patron di Apple e guru informatico Steve Jobs, a soli 56 anni, è avvenuta da poco più di un anno e il film sulla sua vita era stato annunciato poco dopo. La scelta di Ashton Kutcher come protagonista, poi, aveva fatto storcere più di un naso, ma le foto di scena divulgate avevano messo tutti a tacere: la somiglianza è impressionante.

Mancava il film. Nel freddo della cittadina di Sundance, Utah, con la classica informalità voluta dalla kermesse, si è tenuta la prima proiezione, con tanto di tappeto rosso per i protagonisti – Ashton Kutcher (Steve Jobs) e Josh Gad (Steve Wozniak) – e folla delle grandi occasioni. Ma l’accoglienza al termine è stata tiepida. Sulla stampa americana, tra gli aggettivi più usati, si parla di zuccheroso, reverenziale, superficiale e confuso. Anche l’interpretazione di Kutcher ha sostanzialmente messo tutti d’accordo, ma per fortuna sua, in positivo.

Jobs e Wozniack nel 1976

Fortissima, invece, la reazione di Steve Wozniak, amico di Jobs e cofondatore di Apple. Secondo lui il film riporta fatti completamente falsi, come il presunto uso di droghe da parte di Jobs, nonché molte inesattezze, soprattutto sulla paternità di molte idee. Woz ribadisce con forza, che le idee erano sue, mentre Jobs era il genio del marketing: una macchina per fare soldi. Duro anche con le inesattezze e le semplificazioni nella successione dei fatti. Il produttore, dal canto suo, si è difeso parlando di «opera di intrattenimento e non di documentario».

Chi dirà la verità? Forse bisognerà aspettare il secondo film in arrivo su Steve Jobs, tratto dalla bella autobiografia scritta da Walter Isaacson, sulla cui sceneggiatura è già al lavoro Aaron Sorkin, già autore del più che convincente The Social Network, con protagonista Mark Zuckerberg e la paternità di Facebook. Sorkin ha già annunciato che si tratterà di un film composto da tre scene, ovvero episodi nella vita di Steve Jobs, girati in tempo reale.

Nel frattempo il film jOBS, il cui titolo era già stato definito «il più stupido della storia del cinema», uscirà ad aprile negli Stati Uniti e in Italia, distribuito da FilMauro, in data da definirsi, ma sicuramente entro il 2013. Stay angry!

29 gennaio 2013

Fonte: Chili, la videoteca online

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #chili #biografie #steve jobs #jobs #cinema #steve wozniak #mark zuckerberg #apple

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.