Spotify

Dal mondo della App al Web, arriva Spotify

Il servizio di musica in streaming esce dai confini delle app e lancia una versione browser
Dal mondo della App al Web, arriva Spotify FASTWEB S.p.A.

 

 

Spotify arriva sul world wide web.  La  notizia è stata appena confermata dalla società: il popolare servizio di musica in streaming esce dai meri confini delle app, e ,liberandosi da questo vincolo lancia una versione browser.

Ad oggi possiamo affermare che i legami Spotify-web sono un tantino altalenanti in quanto, Spotify è sempre esistito solo nelle scomode sembianze di applicazione per la musica su desktop e su dispositivi mobili. Dal momento, però, che la piattaforma musicale ha deciso di incorporare musica all’interno di pagine web, ne ha perso in stile ed eleganza. È pur vero che esistono svariati widget per collegarsi al servizio ma non funzionano senza la preventiva installazione dell’app sul desktop. Esempio lampante ci viene fornito dall’integrazione dei sistemi Spotify e Facebook: ne risulta una funzione che mostra all’utente i brani che stanno ascoltando i suoi amici  e gli permette di selezionarli per un ascolto personalizzato. Si tratta di un’alleanza piuttosto stretta e interessante ma ancora acerba perché non è sufficiente un click sul pulsante Listen  per avviare l’esecuzione musicale; è ancora una volta richiesta l’installazione dell’app sul desktop. Lo stesso vale per i blog e per gli altri siti che incorporano brani e playlist Spotify. C’è perciò chi mantiene un atteggiamento critico  per la mancata soluzione di continuità e per la non perfetta integrazione alla quale la società risponde rassicurando gli utenti e garantendo  loro veloci modifiche che renderanno, in poco tempo, il sistema integrato più rapido ed  efficiente. I dettagli riguardanti le modifiche sul Web sono attualmente scarsi, ma è ragionevole supporre che il risultato sarà simile all’app per  iPad di Spotify. 

Vale la pena notare che i più grandi concorrenti di Spotify usano da tempo la sua stessa funzione. Sin dal suo lancio, Rdio ha offerto una versione Web accanto a quella dedicata ai suoi dispositivi mobili. Anche Mog ha lasciato tracce nel web.  Ciò che rende questo significativo è la posizione di leadership di Spotify nel all-you-can-stream in ambito musicale, un ruolo che sarà maggiormente supportato dagli utenti, una volta resa  più facile la riproduzione dei brani all'interno dei loro browser.

19 novembre 2012

Fonte: readwrite.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail