Fastweb

Cosa è e come funziona Moral Machine

BMW assistente virtuale Smartphone & Gadget #auto #google assistant Hey BMW, l'assistente virtuale intelligente in auto! Sarà in grado di modificare le impostazioni di guida e di controllare i problemi meccanici
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Cosa è e come funziona Moral Machine FASTWEB S.p.A.
Moral Machine affronta i dilemmi etici della guida autonoma
Web & Digital
Un progetto del MIT mette gli utenti davanti a dilemmi di natura morale

Il professor Iyad Rahwan del Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha deciso di realizzare un servizio per educare il pubblico in materia di etica durante la guida di un'automobile. Si tratta della Moral Machine ovvero un sito web che mette gli utenti davanti ad alcuni dilemmi di natura morale per vedere come si comporterebbe in complicate situazioni. Rahwan ha sottoposto a più di 3 milioni di persone il suo enigma "The Trolley" in cui un'automobile è prossima allo schianto: "Se la collisione fosse davvero inevitabile, qual è il soggetto che ne farà le spese?".

In questo caso cinque persone sono bloccate nella vettura prossima alla collisione, senza possibilità di muoversi. L'unico modo per salvarli è tirare una leva per fare in modo che venga travolto solo un individuo. Chi salvereste voi?

In realtà quest'enigma è pensato per prender coscienza con gli aspetti sociali delle cosiddette intelligenze artificiali. Infatti nel caso in cui venissero prodotte vetture auto-guidate saranno degli algoritmi a dover affrontare queste difficili situazioni in cui può esser inclusa la perdita di una vita umana. In questo caso, si tratta di una discussione etica a un nuovo livello, concedendo ai robot una libertà di scelta.

Lo stesso Rahwan ha dichiarato che: "Le persone non sono ancora abituate all'idea che un robot, seguendo un algoritmo programmato da qualche essere umano, possa prendere questo tipo di decisioni di vita o di morte".

Mentre le persone potrebbero prendere decisioni diverse a seconda dei dettagli specifici di ogni situazione, la macchina viene progettata per seguire un determinato comportamento e agire di conseguenza. È però necessario stabilire quale debba esser la linea guida da seguire in queste situazioni e starà dunque ai programmatori individuare le soluzioni migliori.

L'obiettivo della Moral Machine è quello di aprire un dibattito tra gli utenti per riuscire a comprendere che cosa possa comportare l'introduzione di macchine che si guidano da sole. Rahwan ha lavorato appunto a tal proposito per mettere in evidenza i diversi scenari e le situazioni possibili. Moral Machine è stata lanciata nel mese di agosto del 2016 e più di 3 milioni di persone in tutto il mondo hanno contribuito a raccogliere dati rispondendo agli enigmi.

Rahwan sostiene che le linee guida dei robot dovranno rispettare la fiducia del pubblico. Dal momento che queste tecnologie sono ormai in arrivo, i consumatori devono imparare a conoscere come le macchine si comportano. Le vetture auto-guidate potrebbero riuscire a ridurre gli incidenti stradali eliminando i casi di "disattenzione o sonnolenza del guidatore". Stando agli esperti, le vetture che si guidano da sole potrebbero anche eliminare totalmente gli ingombri dettati dal traffico entro il 2030.

30 marzo 2017

Fonte: futurism.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #moral machine #auto #guida autonoma

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.