Dolby Atmos in un cinema moscovita

Cos'Ŕ e come funziona il Dolby Atmos

Presentata la prima volta nel 2012, introduce una differente gestione delle tracce audio. Con il Dolby Atmos, ad esempio, compaiono in scena gli "oggetti musicali"
Cos'Ŕ e come funziona il Dolby Atmos FASTWEB S.p.A.

Nell'ambito della multimedialità, la risoluzione delle immagini non è l'unico aspetto che ha conosciuto una crescita impetuosa nel corso degli ultimi anni. Magari in maniera meno pubblicizzata, ma anche la qualità audio è andata incontro a una serie di miglioramenti che l'hanno resa sempre più fedele alla realtà. Una delle ultime novità in questo senso è rappresentato dalla tecnologia Dolby Atmos, sistema di riproduzione digitale introdotto nell'ambito cinematografico nel 2012 e oggi disponibile anche per sistemi home theatre con effetti sorround.

Che cos'è il Dolby Atmos

In fase di sviluppo sin dai primissimi anni del nuovo millennio, la tecnologia Dolby Atmos fa il suo esordio in un cinema Dolby di Los Angeles nel luglio del 2012 per la premiere del film Disney Pixer "Brave – Ribelle". In Italia, La prima sala cinematografica dotata di questa tecnologia arriva nel 2014, stesso anno in cui il Dolby Atmos viene adottato anche per l'utilizzo in impianti home theatre.

 

Cinema con sistema Dolby Atmos

 

Nello specifico, il Dolby Atmos è una tecnologia di riproduzione audio digitale e sorround, che consente la riproduzione fedele e "direzionale" (vedremo tra poco quello che vuol dire) di colonne sonore, audio dei film e molto altro ancora.

Come funziona il Dolby Atmos

Da un punto di vista tecnico, il Dolby Atmos è un'evoluzione della tecnologia sorround 7.1, ossia composta da 7 canali audio più i lsubwoofer. Il Dolby Atmos nasce sia per coprire altre dimensioni lasciate "scoperte" dalla tecnologia di riproduzione 7.1 (vedi, ad esempio, l'altezza) e da quelle precedenti, sia per migliorare la qualità generale della riproduzione. Il merito di questa rivoluzione è da accreditare all'introduzione del digitale, che consente di conservare traccia video e traccia audio in un unico file "contenitore" senza alcuna limitazione sul versante della qualità.

Nelle sale cinematografiche Dolby Atmos, oltre ai 7 canali già presenti in precedenza ne vengono aggiunti altri 2 o 4 (si ottiene così un sistema 7.1.2 o 7.1.4) con l'installazione di altri speaker audio sul soffitto. Questa, però, non è l'unica novità di rilievo introdotta con la nuova tecnologia. A cambiare in maniera radicale, infatti, è la gestione stessa della riproduzione audio. Con il Dolby Atmos viene introdotto il concetto di oggetti musicali: ogni elemento o soggetto presente all'interno di una scena può essere trattato, dal punto di vista sonoro, come un oggetto a se stante e sovrapposto, grazie a una gestione digitale dell'audio, alla colonna sonora del film. Mentre quest'ultima viene gestita da un mixer dedicato alla configurazione "standard" 7.1 del sorround, gli oggetti sono gestiti da un mixer audio Atmos capace di attivare singolarmente ogni singolo canale audio presente in sala.

 

Mixer per sistema Atmos

 

L'obiettivo di questa nuova gestione è quello di offrire una migliore riproduzione spaziale delle tracce sonore associate agli oggetti o alle persone presenti in scena. Ad esempio, se ci trovassimo in una sala Dolby Atmos e, all'interno della scena, comparisse un aereo che attraversa l'inquadratura in diagonale da destra a sinistra, il mixer audio attiverebbe i vari canali audio in modo da far vivere agli spettatori la sensazione di un aereo che arriva alle loro spalle, per poi passargli sopra la testa e sparire dietro l'orizzonte. Insomma, esattamente come se si trovassero all'interno della scena del film.

 

11 novembre 2018

copyright CULTUR-E
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail