Videoconferenza

Coronavirus, Google e Microsoft offrono suite di videoconferenza gratuite

In seguito alla diffusione del coronavirus, Microsoft e Google offrono suite per videoconferenze per incentivare lo smart working
Coronavirus, Google e Microsoft offrono suite di videoconferenza gratuite FASTWEB S.p.A.

In questo periodo di emidemia da Cronavirus, le aziende e le scuole potrebbero dover passare a un sistema di lavoro da casa o di smart working per impedire l'ulteriore diffusione del virus. Per incoraggiare questa transizione, Microsoft offre Teams gratuitamente e Google sta aprendo le funzionalità avanzate di Hangouts Meet a tutti i clienti di G Suite e G Suite for Education.

Delle due società, il piano di Microsoft è il più semplice. La società offre una versione di prova gratuita di 6 mesi della versione premium di Microsoft Teams a livello globale, senza vincoli. Quando ci si iscrive a questa versione di prova premium, verrà chiesto di lavorare con un partner o un dipendente Microsoft per aiutare a rendere tutto funzionante. Questa versione di prova include tutte le funzionalità premium di Teams, tra cui Office 365, archiviazione cloud, riunioni online per 10.000 persone e client di chat Teams.

A partire dal 10 marzo, Microsoft distribuirà anche un aggiornamento per la versione gratuita di Teams. Questo aggiornamento eliminerà le restrizioni sul numero di utenti che possono far parte di un team e aprirà agli utenti le funzionalità di videochiamata e videoconferenza. Non siamo sicuri per quanto tempo queste funzionalità extra saranno disponibili al livello gratuito di Team.

Le funzionalità avanzate di videoconferenza di G Suite, d'altra parte, non saranno totalmente  gratuite. Google offre semplicemente queste funzionalità ai clienti di G Suite e G Suite for Education esistenti. Ciò significa che, a un minimo di 6 dollari al mese, sarete in grado di ospitare riunioni con 250 partecipanti, trasmettere in streaming a 100.000 spettatori all'interno di un dominio e registrare riunioni su Google Drive. Google prevede di mantenere queste funzionalità aperte a tutti i clienti di G Suite in tutto il mondo fino al 1 luglio 2020.

Google e Microsoft stanno chiaramente facendo un gesto importante, e speriamo che altre società tecnologiche seguano l'esempio.

5 marzo 2020

 

Fonte: reviewgeek.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail