password cartella

Come proteggere una cartella con password su Windows o Mac

La protezione di una cartella con password su Windows e Mac è sempre utile per preservare la propria privacy e la sicurezza: ecco come impostarla
Come proteggere una cartella con password su Windows o Mac FASTWEB S.p.A.

Proteggere una cartella con una password può essere un metodo utile per evitare che, soprattutto su computer condivisi, qualche occhio indiscreto possa posarsi su file o documenti da tenere riservati. Questa rappresenta una soluzione rapida e accessibile a tutti, anche senza avere grandi conoscenze di informatica, sia che si stia utilizzando un computer con sistema operativo Windows che Mac.

Indipendentemente dalla tipologia di sistema operativo presente sulla macchina, è importante ricordare che, una volta impostata, la password non può essere recuperata.

Meglio custodirla in qualche luogo sicuro per evitare problemi successivi. Un gestore dedicato, in modo da tenere sempre sotto controllo tutte le credenziali in un unico luogo criptato e a prova di ficcanaso, può fare al caso nostro.

Come mettere una password a una cartella Windows

password cartellaAvere a disposizione una cartella con password su Windows è un’operazione che può spaventare ma che, in realtà, è molto più semplice da fare che da spiegare. L’intero processo si basa su un file .bat, ovvero un documento di testo che consente di rendere automatiche alcune operazioni. Come fare? Scopriamolo insieme. Una volta pronta, va aperta e creato in essa un nuovo file di testo attraverso il percorso Nuovo > Documento di testo mostrato dal click con il tasto destro in un’area vuota. Successivamente, bisogna aprire il documento con il Blocco Note, copiando e incollando al suo interno il seguente codice:

cls
@ECHO OFF
title Folder Locker if EXIST "Control Panel.{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}" goto UNLOCK
if NOT EXIST Locker goto MDLOCKER
:CONFIRM
echo Are you sure u want to Lock the folder(Y/N)
set/p "cho=>"
if %cho%==Y goto LOCK
if %cho%==y goto LOCK
if %cho%==n goto END
if %cho%==N goto END
echo Invalid choice.
goto CONFIRM
:LOCK
ren Locker "Control Panel.{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}"
attrib h s "Control Panel.{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}"
echo Folder locked
goto End
:UNLOCK
echo Enter password to Unlock folder
set/p "pass=>"
if NOT %pass%==your_password goto FAIL
attrib -h -s "Control Panel.{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}"
ren "Control Panel.{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}" Locker
echo Folder Unlocked successfully
goto End
:FAIL
echo Invalid password
goto end
:MDLOCKER
md Locker
echo Locker created successfully
goto End
:End

Tra le righe, è importante selezionare la stringa 'if NOT “%pass%==your_password” goto FAIL’ e cambiare “your_password” con la propria chiave, evitando possibilmente spazi che potrebbero dare errori in fase di blocco/sblocco. Nel menu File, si clicca su “Salva con nome” e, dopo aver inserito il nome completo con tanto di estensione .bat, si seleziona la codifica ANSI dal menu relativo. Infine, si fa click su “Salva”. Ecco il file pronto all’uso.

Come utilizzare una cartella protetta di Windows

password cartellaCon il doppio click sul file .bat, Windows provvede a creare la cartella in questione. Trascinando i file al suo interno e cliccando nuovamente due volte sul file, un’interfaccia chiede all’utente se è intenzionato a criptare il tutto. Seguendo le istruzioni a video e confermando la volontà (tasto Y) il folder scomparirà dallo schermo; per rivederlo, è sufficiente ripetere l’operazione sul file .bat avendo cura di scrivere correttamente nello spazio disponibile quanto inserito nel codice originale.

Come mettere una password su una cartella Mac

password cartellaRealizzare una cartella protetta da password su un computer con sistema operativo Mac non è arduo. Non bisogna lasciarsi scoraggiare se cliccando con il tasto destro (o tocco doppio su trackpad) tale opzione non compare: il procedimento è leggermente più lungo ma non per questo più complesso. In sintesi, da una nuova cartella - o recuperata quella da trasformare - in cui inserire i file da salvaguardare si passa a un file con estensione .dmg, la stessa che viene utilizzata per i file di installazione su macOS.

In questo modo, essa cambia aspetto (e formato) mutando in un file immagine disco protetto.

Con il folder pronto, il primo step consiste nell’aprire l’app Utility Disco, presente in Utility. Nel menu raggiungibile tramite la barra superiore, seguire il percorso File > Nuova Immagine > Immagine da Cartella per avviare il processo necessario per la creazione vera e propria. Nella schermata di dialogo seguente, è necessario selezionare il folder di nostro interesse facendo attenzione a cliccare sul tasto Seleziona una volta individuata. Completato il passaggio, sullo schermo appare una finestra che riporta al suo interno tutti i menu dedicati alla crittografia e al formato dell’Immagine Disco.

Sempre da qui, è possibile cambiare il nome definitivo, operazione che resta comunque possibile anche in una fase successiva. Per procedere, è importante modificarli secondo due particolari caratteristiche. La codifica può essere impostata secondo due diversi parametri, “Codifica 128-bit AES (consigliata)” o “Codifica 256-bit AES (più sicura, ma più lenta)”.

La scelta è soggettiva, visto che il risultato è in entrambi i casi valido ed efficace.

Effettuata la selezione, un popup chiede di impostare la password che consentirà successivamente di sbloccare l’accesso. Per verificare la qualità della chiave si può cliccare sull’icona dalla medesima forma, oppure accettare il suggerimento del sistema operativo. Inserito il codice alfanumerico, presa nota e cliccato su Scegli, nel menu a discesa della voce Formato immagine va effettuato il click sulla voce Lettura/Scrittura prima di proseguire con il tasto Salva. In pochi istanti la cartella sarà pronta per l’utilizzo. Basta selezionare Fine per uscire dall’interfaccia. Importante, prima di considerare l’operazione conclusa, è quella di verificare il funzionamento del folder e di eliminare quello originale non criptato che, altrimenti, continuerebbe a rimanere a essere visibile sul Mac per chiunque.

Come utilizzare una cartella protetta su Mac

password cartellaCome ogni file .dmg, la nuova cartella appare nella finestra del Finder ed è sufficiente effettuare su di essa doppio click per far comparire il popup per lo sblocco via password. Una volta fatto, può essere utilizzata per le consuete operazioni, ovvero trascinarvi all’interno file, salvare direttamente in essa i documenti e simili. Importante, una volta concluse le operazioni, quella di “espellere” l’immagine disco facendo click con il tasto destro su di essa, in modo da renderla protetta fino al successivo inserimento della chiave.

Cartelle con password su Windows e Mac: le alternative

Su i due sistemi operativi esiste la possibilità di creare cartelle criptate con software di terze parti, tra cui WinZip e 7Zip su Windows o File Locker e Locker Free su Mac. Ciascun programma segue una sua particolare tecnica, con chiavi di crittografia e livelli di sicurezza diversi, in base alla scelte dall’utente. Non resta che sperimentarli per trovare la metodologia più adatta alle proprie necessità.

Copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail