Fastweb

Posta elettronica, come organizzare e ricercare le e-mail

Gmail Web & Digital #gmail #google Google farà pagare per lo spazio di archiviazione aggiuntivo di Gmail Google decide di non fornire più dello spazio illimitato gratuito per foto e email, ma di fatto "costringerà" gli utenti a comprare dello spazio di archiviazione su cloud
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Posta elettronica, come organizzare e ricercare le e-mail FASTWEB S.p.A.
email
Web & Digital
Outlook, Gmail e Apple Mail permettono di gestire la posta in entrata associando a ogni messaggio un'etichetta o un tag. Ecco alcuni trucchi per molto semplici da utilizzare

Una casella di posta elettronica ordinata non è solo sintomo di precisione, ma anche di grande efficienza. Anche se molti non considerano questo aspetto, mantenere ordine all'interno del proprio indirizzo e-mail permette di trovare messaggi in maniera più semplice e veloce e, in definitiva, di lavorare in maniera migliore.

Ogni client di posta elettronica ha un diverso modo per etichettare e per effettuare la ricerca delle e-mail. Molto spesso per lavoro siamo costretti a utilizzare più app per controllare l'e-mail: Gmail, Outlook, oppure Apple Mail. Per gestire al meglio la posta in arrivo il nostro consiglio è di imparare alcuni trucchi molto semplici per catalogare le e-mail. Ad esempio, si può partire associando un tag ad hoc a ogni mail, oppure inserirle in una cartella apposita. Ecco come fare.

Usare i tag nei messaggi e-mail

Innanzitutto la cosa più semplice e veloce è spostare tutta la posta in arrivo nella cartella "Archivio". Un'operazione molto semplice: basta selezionare le mail e cliccare sul pulsante "Archivia". A questo punto, senza suddividere i messaggi in diverse cartelle per organizzare le e-mail e ritrovarle in maniera facile e veloce nel momento del bisogno è possibile inserire dei tag.

Le e-mail possono essere taggate singolarmente o in blocco, un'operazione che renderà più efficace in un secondo momento un'eventuale ricerca. Per i tag possono essere utilizzati degli argomenti generici, oppure delle categorie ad hoc.

Taggare le e-mail con Outlook

outlook

In Outlook, utilizzando la funzione "Categorizza", è possibile taggare le e-mail ricevute. Basta creare una categoria, decidere un colore ed assegnarla a uno o più elementi di Outlook come gli eventi in calendario, le note, i contatti o altro. Si tratta di un trucco che facilita la ricerca in quanto, ad esempio, usando solo il colore scelto, è possibile taggare ogni elemento correlato con quella specifica categoria.

Per utilizzare la funzione "Categorizza" su Outlook è necessario selezionare le e-mail che si vogliono categorizzare e, utilizzando la scorciatoia da tastiera Ctrl + A, selezionare la categoria preferita. La funzione "Categorizza" non è disponibile nell'app mobile di Outlook e per effettuare questa operazione è necessario utilizzare il computer.

Taggare le e-mail con Gmail

etichette gmail

Su Gmail la funzione "tag" è denominata "Etichette" ed è disponibile sia su browser web che nell'app per lo smartphone. Come accade in Outlook, anche con Gmail è possibile categorizzare le e-mail creando delle etichette e assegnando dei colori. In più possono essere creati anche dei filtri ad hoc per etichettare automaticamente le e-mail. Il numero delle etichette che è possibile creare in Gmail è limitato a 5.000: superato questo limite, stando a quanto dichiarato da Google stesso, si potrebbe andare incontro a possibili malfunzionamenti del client di posta elettronica. Questa funzione è ancora più utile in Gmail in quanto non è possibile aggiungere cartelle ed è altamente funzionale all'organizzazione delle mail.

Taggare le e-mail con Apple Mail

apple mail

In Apple Mail per taggare le mail utilizziamo i "Flag". Apple Mail limita a sette flag disponibili, ma in compenso è possibile utilizzare altre funzioni, anche se sono meno efficaci dei tag utilizzati in Outlook. Questo perché Mail si presta ad un diverso numero di possibilità di archiviazione mentre sia Outlook che Gmail preferiscono privilegiare un unico metodo di archiviazione semplice e veloce organizzato proprio attraverso i tag.

La ricerca delle mail su Outlook

In Outlook questa funzione è stata ottimizzata divenendo sempre più veloce e precisa. Nel client di Microsoft il box riservato alla ricerca si trova subito sopra il pannello principale della posta. Cliccando con il tasto destro del mouse su un singolo messaggio di posta è possibile effettuare delle ricerche con altri criteri selezionando i messaggi correlati, i messaggi che hanno per oggetto la stessa conversazione o tutti i messaggi provenienti dal medesimo mittente.

Se si effettuano sempre le stesse ricerche può tornare utile creare delle cartelle per trovare agevolmente e-mail con specifiche parole chiave o proprietà particolari come, ad esempio, la presenza di allegati. Infine, può essere utilizzato lo strumento di ricerca avanzata al quale è possibile accedere dalla casella di ricerca selezionando "Strumenti di ricerca" e, successivamente, "Ricerca Avanzata". Qui è possibile selezionare tutti i possibili criteri di ricerca utilizzando quelli già presenti o inserendone di nuovi. È bene ricordare che di default Microsoft Outlook sincronizza solo le e-mail ricevute negli ultimi 12 mesi, impostazione che però può essere cambiata per includere tuttele e-mail ricevute nel corso degli anni.

La ricerca delle mail su Gmail

ricerca gmail

La ricerca delle mail in Gmail è veloce e accurata sia nell'interfaccia web che nell'applicazione mobile. Le mail possono essere cercate in base al mittente, selezionando solo le più recenti o in base all'etichetta.

La ricerca delle mail su Apple Mail

Come già anticipato, la funzione ricerca in Mail non è così accurata come in Outlook. Per migliorare la qualità della ricerca è possibile utilizzare Spotlight o se si è proceduto all'organizzazione della posta in arrivo tramite la configurazione delle cosiddette "Caselle smart".

 

 

4 agosto 2019

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #email #gmail #outlook #apple mail

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.