Fastweb

Nel 2020 entrerà in vigore in Cina il Social Credit System

facebook privacy Social #facebook #social Come mettere al sicuro l'account Facebook Facebook colleziona molti dati sulla nostra vita online: ecco cosa fare per proteggere le nostre informazioni personali
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Nel 2020 entrerà in vigore in Cina il Social Credit System FASTWEB S.p.A.
social credit system
Web & Digital
Il sistema sviluppato in Cina assegnerà un punteggio ai cittadini a seconda dei loro comportamenti d'acquisto, i commenti sui social network, i ritardi nei pagamenti e le multe ricevute

La Cina sarà il primo Paese al Mondo a introdurre un sistema basato sul proprio comportamento online per valutare l'operato di un cittadino. La Nazione asiatica ha annunciato che nel 2020 entrerà in vigore il Social Credit System che servirà a instaurare un rapporto di fiducia migliore tra i cittadini e lo Stato, ma le preoccupazioni che si tratti solo di un modo per controllare la popolazione sono molto alte. Il Governo cinese sta realizzando un algoritmo che tenga conto di diversi fattori per determinare il punteggio del Social Credit System: dai commenti ricevuti sui social network, fino ai ritardi nei pagamenti e alle multe ricevute per non aver pagato il biglietto dei mezzi pubblici o per aver commesso un'infrazione stradale.

Il Social Credit System è stato annunciato per la prima volta nel 2014, ma in pochi credevano che il Governo cinese riuscisse nel proprio intento. E invece già nel 2017 è entrato in vigore per alcune persone ed entro il 2020 sarà esteso a tutta la popolazione. Nel settore dei trasporti è già in funzione e le persone che hanno un punteggio troppo basso non possono più utilizzare i mezzi. Il sistema è stato introdotto, secondo il Governo cinese, per migliorare il livello di fiducia tra le persone, perché solamente in questo modo sarà possibile rafforzare la sincerità negli affari governativi, nella vita pubblica e nei rapporti tra privati. Il pericolo è che si trasformi in un sistema capace di controllare le azioni di 1,3 miliardi di persone e di influenzare il loro comportamento: i cittadini pur di ottenere un punteggio alto potrebbero fare di tutto per apparire volenterosi di fronte all'algoritmo che li valuta.

 

social credit system

Come funziona il Social Credit System

Ad ogni azione di una persona corrisponderà un punteggio che va ad abbassare o ad aumentare il proprio "credito sociale". A grandi linee dovrebbe funzionare in questo modo il progetto messo in piedi dal Governo cinese per aumentare la fiducia tra i propri cittadini. Per sviluppare l'algoritmo che valuterà se un'azione è positiva oppure negativa, il Governo si sta facendo aiutare da otto diverse aziende cinesi. In prima linea troviamo China Rapid Finance, divenuta famosa per aver affiancato Tencent nello sviluppo di WeChat, l'applicazione di messaggistica più utilizzata in Cina. Nel gruppo delle otto società c'è anche Alibaba (l'Amazon cinese) che oltre a vendere prodotti in tutta il Mondo ha anche diverse società finanziarie che permettono ai cinesi di effettuare acquisti online e di scambiare soldi con i propri amici. I dati in possesso di Alibaba sono molto utili per capire se una persona è un buono o cattivo pagatore e se ha problemi con le banche. Tutte queste informazioni "vanno a nutrire" l'algoritmo che verrà utilizzato per il Social Credit System.

Il sistema di rating del Social Credit System

Ogni cittadino può avere un punteggio che va da un minimo di 350 a un massimo di 950 punti. Il Social Credit System si aggiorna in continuazione a seconda di quello che una persona compie nella propria vita online e in quella offline. Alibaba ha individuato cinque diversi fattori su cui il Social Credit System si dovrà basare per assegnare un punteggio ai cittadini.

  • La storia creditizia. Grazie ai dati in possesso di Alibaba è possibile scoprire se una persona sia un buon pagatore o meno. Queste informazioni sono molto importanti secondo il Governo cinese per instaurare un buon rapporto di fiducia tra le persone
  • Rispettare i contratti. Se una persona è capace di rispettare la parola data, allora vorrà dire che merita un punteggio elevato nel Social Credit System
  • Caratteristiche personali. Numero di telefono, estrazione sociale, città di provenienza saranno tutte informazioni utili per calcolare il "credito sociale"
  • Abitudini d'acquisto. Cosa si acquista online? Con quale frequenza? Perché lo fa? Le risposte a queste domande possono aiutare ad aumentare il Social Credi System

 

selfie cina

  • Le relazioni interpersonali. Gli amici offline ma soprattutto quelli online sono tenuti molto in considerazione dall'algoritmo che sta sviluppando il Governo cinese. Una persona che frequenta persone poco raccomandabili o che riceve commenti negativi sul Web non merita la fiducia del Governo e degli altri cittadini.  

Il rovescio della medaglia

A cosa potrebbe portare un controllo così maniacale della popolazione? A un vero e proprio mercato del "credito sociale". I cittadini potrebbero iniziare a mettersi d'accordo per scambiarsi favori e aumentare il loro Social Credit System vanificando tutto il lavoro che in questi anni il Governo sta portando avanti.

Le ricompense

Per invogliare la popolazione a comportarsi nel giusto modo, il Governo ha anche stabilito un sistema di ricompense che andrà a premiare coloro che hanno un punteggio elevato. Si potranno ricevere dei buoni spesa, prestiti agevolati, noleggio delle auto o il check-in veloce negli hotel e in aeroporto.

 

ricompense social credit system

Il Social Credit System è già attivo

Il sistema di credito social entrerà in vigore ufficialmente nel 2020, ma in alcuni settori è già attivo. Ad esempio, è utilizzato dal Ministero dei Trasporti per capire se tutti i cittadini sono meritevoli di utilizzare i mezzi pubblici. Per entrare a far parte di questa sorta di lista nera si devono commettere delle irregolarità: aver dato informazioni false su atti di terrorismo o causato problemi in volo, non aver pagato il biglietto o aver fumato sui treni. Vengono prese in considerazione anche le informazioni finanziarie sul fatto se una persona è un buono o cattivo pagatore. Secondo i dati della Corte Suprema del Popolo, nel 2017 erano presenti nella lista nera 6.150.000 cinesi, ai quali è proibito salire sui mezzi pubblici.

 

25 marzo 2018

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #social #social network #cina

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.