cloud

Come condividere file nel Cloud

Condividere file di grandi dimensioni non è più un problema grazie ai servizi cloud: ecco come farlo su Google Drive, Microsoft OneDrive e Apple iCloud Drive
Come condividere file nel Cloud FASTWEB S.p.A.

Sempre più spesso capita di dover condividere dei file, per lavoro a un collega o ad un amico per piacere, e sempre più spesso ci troviamo di fronte al limite delle dimensioni massime imposte dalle caselle di posta elettronica. Condividere file via e-mail, infatti, diventa sempre più difficile oggi che i file sono anche foto e video di dimensioni notevoli, a volte persino oltre i 100 MB se si tratta di un video o di molte foto ad alta risoluzione.

Gmail, ad esempio, ha un limite di 25 MB da condividere tra tutti gli allegati della stessa e-mail. Con Outlook si scende a 20 MB, addirittura a 10 MB per gli account di posta elettronica aziendale di Exchange. Altri provider di posta hanno limiti simili, quindi molti utenti hanno iniziato a inviare file di grandi dimensioni tramite i servizi di cloud storage, che non hanno molto spesso limiti se non quello dello spazio complessivo a disposizione dell'utente.

Tramite un servizio cloud è possibile inviare un video da 1 GB, o 300 MB di foto o molto altro con una sola e-email, senza dover spezzettare il file o procedere a più invii

In tutti i casi il risultato è simile: chi invia i file li deve prima caricare sul suo spazio cloud, chi li ricever otterrà via e-mail un link per scaricarli.

Ecco come funziona con i servizi più diffusi: Google Drive, Microsoft OneDrive e Apple iCloud Drive.

Come condividere file con Google Drive

google drive

Google Drive offre gratuitamente 15 GB di spazio cloud a tutti coloro che attivano una casella di posta Gmail. Tale spazio può essere utilizzato anche per il backup automatico in cloud di foto e video, grazie all'app Google Foto. Per tale motivo questo servizio è tra i più amati tra gli utenti Android per condividere file multimediali realizzati con il proprio smartphone.

Condividere un grande file tramite Google Drive è estremamente semplice. Chi ha una casella di posta elettronica Gmail non deve fare proprio nulla: se l'allegato (o la somma degli allegati) supera i 25 MB allora è Gmail stessa a dirci che i file verranno inviati tramite un link di Google Drive.

Chi ha uno spazio Google Drive, ma non usa la casella di posta Gmail, può invece inviare i file manualmente. Basta aprire da browser Google Drive andando all'indirizzo https://drive.google.com e poi scegliere i file da inviare. Se il file non è ancora stato caricato su Drive basterà trascinarlo dal computer alla finestra del browser: il tempo del caricamento e sarà disponibile per la condivisione.

A questo punto basterà cercarlo tra le cartelle de Il mio Drive, nella colonna a sinistra, selezionarlo (è possibile fare la selezione multipla di più file) e poi fare click destro e sceglere Condividi. Le opzioni che avremo a disposizione saranno due: inserire l'indirizzo e-mail del destinatario (anche più di uno contemporaneamente) o generare un link per il download diretto e poi condividere tale link come si preferisce (persino tramite WhatsApp).

Come condividere file con Microsoft OneDrive

microsoft onedrive

Anche chi apre un account Microsoft dispone di uno spazio gratuito su OneDrive, il cloud della casa di Redmond, ma di molto inferiore: appena 5 GB, ma non è necessario creare una nuova casella di posta e, al contrario, è possibile creare un account Microsoft persino inserendo un indirizzo e-mail di Gmail.

Il funzionamento di Microsoft OneDrive è molto simile a quello di Google Drive: si va all'indirizzo https://onedrive.live.com e, dalla colonna a sinistra, si fa click su I miei file. Si cerca poi il file, o i file, da condividere tra le varie cartelle (per aggiungerne uno, anche in questo caso, lo si può trascinare dal computer al browser) e lo si seleziona. Anche su OneDrive è disponibile la selezione multipla.

Una volta selezionato tutto ciò che si vuole condividere, bisogna fare click su Condividi nella barra dei comandi in alto. Comparirà una finestra dove potremo inserire gli indirizzi e-mail dei destinatari, oppure generare il link per la condivisione manuale. Il meccanismo, quindi, è identico a quello di Google Drive.

Come condividere file con Apple iCloud Drive

icloud drive

Anche gli utenti Apple hanno a disposizione un meccanismo simile a quelli di Google e Microsoft per condividere file tramite il cloud, naturalmente passando da iCloud Drive. Come Microsoft, anche Apple offre solo 5 GB di spazio gratis, chi ne chiede di più lo deve pagare.

Per condividere un file da un Mac tramite iCloud Drive è necessario, nel Finder, selezionare iCloud Drive dalla barra laterale e navigare tra le cartelle fino a trovare il file da condividere (o più file, al pari degli altri servizi). Una volta selezionato il materiale da condividere sarà necessario fare click su Condividi (l'icona a forma di quadrato con la freccia che punta in alto) e poi su Aggiungi persone.

A questo punto potremo scegliere se inviare i file tramite Mail, Messaggi, Copia link o AirDrop. Tra queste quattro opzioni, solo la prima e la terza sono utili se il destinatario non è un utente Apple.

Gli utenti Apple che hanno un PC Windows dovranno invece scaricare e installare l'app iCloud per Windows che, una volta aperta, funzionerà in modo del tutto equivalente a quella per Mac: invece di cercare iCloud Drive dal Finder del Mac, infatti, basterà lanciare l'app su Windows.

Copyright Cultur-e
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail