Fastweb

Chi è Bob Mansfiel

BrandZ Top 100 Most Valuable Global Brands Web & Digital #brand #amazon La classifica dei brand di maggior valore nel 2019 Amazon guida la classifica dei brand di maggior valore del 2019. In seconda posizione Amazon, seguita da Google e da Microsoft
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Chi è Bob Mansfiel FASTWEB S.p.A.
Bob Mansfield
Web & Digital
Per circa 20 anni è stata una delle figure chiave di Apple. Oggi sembra essere alla guida di uno dei progetti a lungo termine voluti da Tim Cook

Dopo tre anni è potuto uscire da un anonimato forzato cui l'aveva "costretto" un incarico di fiducia assegnatogli da Tim Cook in persona. D'altronde non poteva essere altrimenti: solo a un ingegnere del suo calibro, entrato in Apple nel 1999 e per anni fido collaboratore di Steve Jobs, poteva essere affidato un ruolo così delicato. "Sparito" dai radar dell'informazione tecnologica nel 2013, Bob Mansfield torna ufficialmente nei ranghi Apple per presiedere al project Titan.

Dopo i successi ottenuti con i vari iMac, iPad, MacBook Air e, da ultimo, dell'Apple Watch, Bob Mansfield è ora chiamato a tramutare in realtà il sogno Apple di realizzare un'auto sena pilota a trazione elettrica. La casa della mela morsicata, insomma, vorrebbe entrare nel mondo dell'automotive con un progetto fortemente innovativo e capace di insediare la posizione di Google, attiva da anni nel settore.

 

Bob Mansfield

 

Chi è Bob Mansfield

Bob Mansfield è un Ingegnere elettronico con specializzazione nella progettazione e sviluppo di componenti hardware che per circa 20 anni ha lavorato alle dipendenze di Apple. Ufficialmente ritirato in pensione nel 2013 (con una buonuscita, dicono i soliti ben informati, di circa 85 milioni di dollari), è stato Senior Vice President of Technologies e coordinatore dei team di sviluppo e progettazione che hanno portato alla nascita di prodotti come l'iMac, il MacBook Air, l'iPad e l'Apple Watch.

 

 

Dopo il Bachelor of Science in Ingegneria Elettronica, ottenuto nel 1982 presso l'Università del Texas di Austin, Bob Mansfield entra nel mondo del lavoro con Silicon Graphics (dove arriva a ricoprire il ruolo di senior director) a Raycer Graphics in qualità di Vice President of Engineering. Quando la società viene acquisita da Apple, Mansfield inizia a occuparsi dello sviluppo hardware di alcuni dispositivi che Steve Jobs ha messo in cantiere. Con il ruolo di Senior Vice President of Mac Hardware Engineering, Bob Mansfield contribuisce alla nascita e al successo della nuova linea di computer desktop e laptop della casa di Cupertino e del primo tablet della storia.

 


Bob Mansfield

 

Il 28 giugno 2012 Apple annuncia la "separazione" da Bob Mansfield che, dopo esser diventato Senior Vice President of Hardware Engineering, decide di ritirarsi in pensione. Un riposo che dura appena due mesi, dato che nell'agosto dello stesso anno torna in carica per lavorare su progetti speciali sotto la direzione di Tim Cook. Passano altri due mesi e il nome di Mansfield torna a girare dalle parti di Cupertino: l'ingegnere elettronico torna in carica con il ruolo di Senior Vice President of Technologies al posto di Scott Forstall. Il 28 luglio 2013, però, la biografia di Bob Mansfield viene eliminata dall'elenco della dirigenza Apple, decisione che la società di Cupertino si rifiuta di commentare. Un unico dettaglio diffuso: Mansfield si occuperà di progetti speciali sotto la direzione di Tim Cook.

Il ritorno in Apple

Stando ad alcune indiscrezioni in arrivo direttamente da Cupertino, il progetto su cui Bob Mansfield starebbe lavorando è legato al mondo automotive. Da sempre, infatti, Tim Cook si è detto interessato agli sviluppi del settore automobilistico: in particolare, il CEO Apple ha previsto che nei prossimi anni l'intero settore sarà "travolto" da cambiamenti di grande portata. La transizione verso le auto senza pilota e le auto elettriche, infatti, sembra in qualche modo favorire i produttori di dispositivi hi-tech in possesso del know-how necessario a sviluppare sia i sistemi di intelligenza artificiale per le auto a guida autonoma, sia le batterie a lunga durata per assicurare la massima autonomia in strada.

 

Rendering di un prototipo di Apple car

 

Bob Mansfield sarebbe stato dunque chiamato da Tim Cook a coordinare i team di sviluppo del project Titan, che dovrebbe portare Apple a realizzare una propria auto senza pilota nel giro del prossimo quinquennio.

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #apple #imac #biografia

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.