Pavel Durov

Biografia di Pavel Durov, il papà di vKontakte

Considerato da molti lo Zuckerberg russo, ha ideato anche la celebre app di messaggistica istantanea Telegram
Biografia di Pavel Durov, il papà di vKontakte FASTWEB S.p.A.

Ha più 100 milioni di utenti iscritti ? per la gran parte in Russia e nei Paesi di lingua slava ? ed è uno di quei social network regionali che, per un motivo o un altro, riescono a riscuotere maggior successo di Facebook nelle loro nazioni di appartenenza. Per molti esperti del settore, vKontakte (ora solo VK) rappresenta un caso emblematico di come una rete sociale differente da Facebook (non così troppo, comunque) possa lottare ad armi pari con Facebook e contenderle un mercato di grande rilievo come quello russo.

E questo nonostante la mente e il cuore di VK siano italiani: Pavel Durov, l'ideatore della rete sociale russa, ha vissuto gran parte della sua infanzia e adolescenza a Torino, città in cui lavorava il padre. Insomma, VK (così come Telegram, altra idea del giovane imprenditore e programmatore russo) parla anche un po' di italiano.

La vita personale

Nato il 10 ottobre 1984 nell'allora Leningrado ? oggi San Pietroburgo ? Pavel Durov si trasferisce da bambino in Italia (dove frequenta la scuola dell'infanzia e le scuole dell'obbligo) per seguire il padre, insegnate con un dottorato in filologia. Rientrato in Russia nel 2001, segue le orme del padre iscrivendosi nella facoltà di filologia della Saint Petersburg State University, dove si laurea nel 2006.

 

Pavel Durov

 

In seguito ad alcune vicende personali, Durov ha lasciato la Russia nel 2014 e non fa più parte del consiglio di amministrazione di VK. Il social network, nel frattempo, è passato di mano ed è ora controllato dal gigante della posta elettronica mail.ru.

La vita professionale

Nonostante gli studi prettamente umanistici ? come detto, Pavel Durov ha una laurea in filologia ? l'informatica e la programmazione sono due delle più grandi passioni del giovane imprenditore russo. Sin dalla più tenera età Durov spende ore ed ore incollato allo schermo del computer, facendo conoscenza con alcuni dei più noti linguaggi di programmazione. Una capacità che gli tornerà utile nel corso degli studi universitari, quando decide di sviluppare un piccolo portale che consentisse agli studenti del suo corso di laurea di condividere libri e appunti in Rete.

 

Profilo VK di Pavel Durov

 

L'idea riscuote immediatamente successo, tanto che Durov mette per un attimo da parte gli studi universitari per dedicarsi al miglioramento del suo portale scolastico. Viene implementato un forum e, nel giro di qualche settimana la creatura di Durov diventa un luogo di ritrovo virtuale per tutti gli studenti dell'università di SanPietroburgo. Seguendo un po' le orme di Facebook ? e non è un caso che Durov è spesso definito il Mark Zuckerberg russo ? il portale creato dal giovane studente di filologia si trasforma in una rete sociale sempre più ampia: la strada che porterà alla creazione di vKontakte è ormai spianata. Il social network apre le porte nel novembre del 2006 e, grazie anche ad un buon lancio pubblicitario e al passaparola, a fine 2007 conta già 3 milioni di utenti nella sola Russia. I trend di crescita della rete social di Pavel Durov ricordano da vicino quelli di Facebook ? così come l'interfaccia utente, caratterizzata dal bianco e dall'azzurro, e le principali funzioni ? ma l'epilogo (almeno per il suo fondatore) non è lo stesso. Come detto, il giovane imprenditore abbandona la Russia nel 2014 e, nell'aprile dello stesso anno, è di fatto estromesso dalla guida della società.

 

Pavel Durov

 

Nel frattempo, però, Durov dedica la sua attenzione ad un altro settore dell'hi-tech particolarmente in voga: quello della messaggistica istantanea. Nei primi mesi del 2014, in collaborazione con Nikolai Durov, crea e lancia sull'App Store e sul Google Play Store Telegram, app di messaggistica che offre diverse funzionalità avanzate agli utenti (tra le altre, la possibilità di inviare messaggi privati e crittografati).

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail