Parucchiere Amazon

Amazon apre un parrucchiere per testare nuove tecnologie

Il gigante dell’e-commerce sta aprendo un salone a Londra per testare le sue tecnologie di realtà aumentata e vendita al dettaglio
Amazon apre un parrucchiere per testare nuove tecnologie FASTWEB S.p.A.

Amazon ha annunciato questa mattina che aprirà a Londra l’Amazon Salon, il suo primo parrucchiere, un luogo in cui mira a testare nuove tecnologie per il grande pubblico. Il salone occuperà poco meno di 500 mq su Brushfield Street, a Spitalfields, dove Amazon afferma che inizialmente sperimenterà l'uso della realtà aumentata e della nuova tecnologia "point-and-learn",  un sistema che consente ai clienti di indicare i prodotti su uno scaffale e saperne di più attraverso video e altri contenuti che appaiono su un display.

Per ordinare i prodotti, i clienti scansioneranno il codice QR sullo scaffale, che li porterà alla pagina di acquisto di Amazon.co.uk, dove potranno aggiungerlo al carrello ed effettuare il check-out.

La tecnologia AR verrà utilizzata per consentire ai clienti di sperimentare virtualmente diversi colori di capelli prima di decidere per una nuova tonalità.

Amazon è già entrata nel mercato del retail, nel campo degli alimentari e in altri negozi fisici, dove sta portando una serie di innovazioni e nuove tecnologie, come il pagamento senza cassa, carrelli della spesa intelligenti e sistemi biometrici. Tuttavia non è chiaro se Amazon abbia effettivamente l'ambizione di entrare nel business dei parrucchieri, al momento. Piuttosto, sembra che il salone servirà in gran parte come terreno di prova per nuove tecnologie che Amazon vorrà in futuro vendere ad altri clienti al dettaglio, o forse implementare nei propri negozi. E nel caso dell'AR, Amazon potrebbe voler raccogliere dati sulle esperienze dei clienti da poter utilizzare anche sul proprio sito di shopping.

Facendo capire che i suoi obiettivi non riguardano i parrucchieri in sé, Amazon oggi descrive il suo salone come un "luogo esperienziale in cui presentiamo nuovi prodotti e tecnologie" e osserva che non ha altri piani per aprire altri saloni in questo momento.

La società ha anche reclutato la proprietaria di un salone già esistente, Elena Lavagni di Neville Hair & Beauty Salon, come aiuto per questo progetto, anziché assumere un nuovo personale per la gestione a lungo termine. Lavagni e il suo team hanno precedentemente fornito servizi di parrucchiere per altri eventi, come la settimana della moda di Parigi e il Festival di Cannes.

Amazon non ha fornito dettagli in merito al tipo di dati che raccoglierà dai clienti che utilizzano il salone, ma è chiaramente lì per apprendere come le nuove tecnologie di vendita al dettaglio potrebbero funzionare in un ambiente reale. Il fatto che Amazon, però, stia catturando le immagini dei clienti per la prova virtuale del colore dei capelli dovrebbe sollevare dubbi su cosa intende fare con questi dati. Verranno utilizzati solo per studiare la tecnologia specifica in fase di test o verranno utilizzati anche per altri scopi?

 I clienti dovrebbero essere informati se stanno partecipando a un progetto di ricerca Amazon.

Come altri negozi fisici Amazon, il salone sarà aperto ai dipendenti Amazon prima di essere disponibile al pubblico nelle settimane a venire.
 

Fonte: techcrunch.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail